Presentazione Spumanti de’ I CACCIAGALLI

Spumanti de’ I CACCIAGALLI_1

Di Rachele Bernardo

 La Campania può vantare un ricchissimo patrimonio ampelografico: vitigni autoctoni distribuiti in tutti gli areali.

Un potenziale, per certi versi inesplorato, che continua a regalarci sorprese anche nell’ambito della produzione di “bollicine”.

La famiglia I Cacciagalli, dando ascolto all’energia della terra vulcanica che li ospita, ha fatto un ulteriore passo verso l’esaltazione del legame tra vitigno e ambiente, scegliendo di produrre due spumanti:

VIENTO 'E MARE

VIENTO 'E TERRA

La presentazione ufficiale delle nuove etichette è avvenuta martedì 28 maggio 2024 presso il “I CACCIAGALLI - WINE RESORT” in collaborazione con AIS Campania, presidente Tommaso Luongo e

AIS Caserta, delegato Pietro Iadicicco.

Diana e Marco hanno accolto in quest’oasi naturale e di benessere (materializzazione del loro sogno vitivinicolo e non solo) una platea di addetti ai lavori: giornalisti, ristoratori e sommelier, per condividere l’emozionante degustazione dei due spumanti millesimati, ma anche le nuove annate di due vini bianchi fermi: "Aorivola" e “Zagreo”, offendo una panoramica più completa della produzione aziendale.

Il racconto di Mario, riguardo il progetto spumanti, è chiaro e preciso: non è stata una risposta al mercato (seppur non s’ignori l’incremento di oltre il 6% degli spumanti in Italia) e neppure una decisione per ingrandire la loro gamma dei vini, bensì una scelta mirata che potesse andare oltre le mode o le tendenze, rispecchiando il territorio e le varietà delle uve coltivate. Spumanti ricchi di personalità, la stessa che si delinea dalla scelta delle uve e dal metodo di vinificazione, per portare la loro terra di origine vulcanica dentro ogni bottiglia prodotta; spumanti ottenuti con metodo classico e rifermentati con la tecnica del tiraggio con mosto fresco, senza utilizzare lieviti né zuccheri.

La degustazione è stata preceduta da un wine tour alla scoperta delle tecniche di vinificazione per meglio catturare l’amore per la terra e i ritmi lenti di un’agricoltura biologica e biodinamica portata avanti con entusiasmo e passione da Diana e Mario.

Fondamentale è la forza vitale contenuta in queste bottiglie, raffigurata dalla raffinata etichetta che riproduce un’opera dell’artista Sarah Hoehns: una vite antropomorfa capovolta, le cui radici diventano la chioma femminile mossa dal vento del mare e di terra.

  • Viento ‘e Mare 2022

Fiano 80% e Falanghina 20%

Esposizione delle viti al vento del mare.

Affinamento in acciaio per 9 mesi per questa prima sboccatura. Sono previste ulteriori sperimentazioni che potrebbero allungare i tempi di affinamento purché resti intatto il progetto iniziale di avere una bollicina carezzevole, diffusiva di precisi profumi agrumati, di fiori d’acacia e sentori che possano identificare il vitigno.

Il sorso è gioioso, fresco, energico, sapido, ma anche avvolgente con una chiosa di zenzero dissetante. Un intreccio progressivo tra l’immediatezza aromatica della Falanghina ed il corpo del Fiano.

  • Viento ‘e Terra

Aglianico 100% - affinamento in anfora.

Su questo vigneto spirano venti di terra.

Un rosato elegante, bollicine fini e persistenti. Unione magica di vista ed olfatto: il delicato color fiore di pesco abbraccia caratteristici sentori d’erbe mediterranee. In bocca si muove con leggiadria dimostrando profondità e struttura al tempo stesso. Una vena croccante e tagliente di frutta stimola il sorso più volte.

Entrambi i vini trovano, negli abbinamenti con il cibo, armonie diverse e convergenti, che accompagnano pietanze più semplici, ma anche piatti complessi e territoriali.

La degustazione continua attraverso altre due autentiche espressioni del lavoro de’ I Cacciagalli.

  • Aorivola (2022): una falanghina di grande spessore, specchio fedele del territorio vulcanico di Roccamonfina. Le bellissime tonalità gialle dorate e luminose scaldano il calice. Naso di grande intensità: fanno capolino richiami di pesca matura, scorza d'agrume e fiori bianchi. Al gusto ritornano sapori fruttati, ravvivati da una vena salina lunga e piacevole.
  • Zagreo (2020): un fiano macerato che si presenta nel calice con veste dorata intensa. Un anno in anfora e poi molto affinamento in bottiglia ( almeno 2 in ambiente riduttivo) uscita a 4 anni della vendemmia Freschezza e balsamicità esaltano i profumi di limone, erbe aromatiche, fiori bianchi e cenni sulfurei. Il dorso è grandioso per la coesione tra frutto e trama salina. La personalità di questo vino s’imprime in memoria e va oltre ogni schema. Adatto ad abbinamenti più complessi.

I valori che plasmano la cultura aziendale de‘ I CACCIAGALLI,  arricchiscono il lavoro di forze vitali. Le viti sono coltivate in sintonia con la natura e per questo in grado di sorprendere continuamente, perché il buon vino nasce dalla vigna!

Spumanti de’ I CACCIAGALLI_1

 

Spumanti de’ I CACCIAGALLI_2

 


Da Pinocchio a Master Chef Talk con antronio Pascale ore 19:00 Terrazza a Corso Trieste 41

Da Pinocchio a Master Chef

L’Associazione Italiana Sommelier Campania, delegazione di Caserta

Presenta:

Riflessioni fuori dal calice. #traccia4

“Da Pinocchio a Masterchef”, talk con Antonio Pascale.

Venerdì 01 giugno Ore 19.00. In terrazza, al tramonto.

Corso Trieste 41, Caserta (CE).

Evento gratuito, con prenotazione obbligatoria.

POSTI LIMITATI.

Per prenotazioni scrivere a: info@aiscampania.it 

“Poche cose raccontano l’evoluzione e i cambiamenti delle nostre società meglio del cibo. La storia del mondo si può riassumere così: c’è la fame e c’è l’abbondanza. E però, in mezzo, ci sono tante contraddizioni, posizioni diverse, scenari incerti, equilibri demografici che cambiano e un pianeta che a causa nostra non se la passa benissimo…” (Antonio Pascale)

Dopo una piccola pausa torna a darci appuntamento Antonio Pascale, che dopo averci raccontato la storia del grano e della vite, delineando un percorso evolutivo agronomico e sociale della pianta e degli uomini, il primo giugno aprirà una parentesi di questo percorso che parte dal 1881, anno della prima redazione di “Pinocchio”, fino ai giorni nostri, epoca di Masterchef.

“Pinocchio è un libro che ci parla della fame e della miseria. Tutti i personaggi di Pinocchio hanno fame, tutti sognano di andare in un paese dove tutto è a disposizione di tutti. Bene, questo paese ora ce l’abbiamo: è il paese di Masterchef”.

Un appuntamento con le contraddizioni che caratterizzano l’uomo e le sue azioni, che nasce da una ricerca meticolosa di Antonio Pascale che possiamo trovare anche nei suoi libri “Scienza e sentimento” e “Pane e pace”. Un’ ora per parlare dello stato attuale del mondo, dei benefici che abbiamo ottenuto nel tempo e dei costi che è stato ed è necessario affrontare. Ma ancora, gli strumenti migliorativi che abbiamo oggi sono realistici, sostenibili?

Come sempre ci aspettiamo risposte illuminanti, spiazzanti, che accompagneremo con la degustazione di due vini, top secret, di cui vi possiamo solo svelare le bollicine, uno da metodo ancestrale e l’altro figlio di una spumantistica assolutamente contemporanea.

Continuano gli appuntamenti di “Riflessioni fuori dal calice”, un’ampia rassegna di incontri, a cura di Antonia Golino, in cui il vino sarà sempre protagonista, ma fuori dal bicchiere, almeno per un’ora.

Da Pinocchio a Master Chef


Dolomiti In piano Cartesiano ore 20:30 presso i Cacciagalli Teano

DolomitiCacciagalli

I Cacciagalli
in collaborazione con
l’azienda Foradori e l’associazione italiana Sommelier di Caserta
presentano:
“Dolomiti” in piano Cartesiano. 
 Seminario a cura di Giuliana Biscardi e Pietro Iadicicco. 
 24 Maggio | ore 20:30 presso I Cacciagalli Wine Resort 

 Info e prenotazioni: 0823 875216 - 379 262 5129 Mail: reservation@icacciagalli.it 
 Contributo € 50,00 da versare tramite bonifico bancario indicando come causale “evento Foradori”. 
 IBAN: IT13O0306975073100000005201
In Abbinamento Tapas Iniziali sulla verticale
E a Seguire una Cena.
Per richiedere il pagamento con carta chiamare ai numeri in info.
 La catena montuosa più suggestiva di Italia, un territorio unico quanto difficile, le Dolomiti, raccontate costruendo un percorso asimmetrico come diversamente non potevamo fare, con i vini dell’azienda Foradori, una tra le più autorevoli cantine che meglio rappresenta questo luogo incantevole, che si definisce custode di vigneti fantastici e che avremo modo di conoscere assaggiando ed esplorando la profondità dei suoi vini, in varie annate, muovendoci in verticale e in orizzontale tra le loro ascisse e le loro ordinate.
 I vini in degustazione :
🍷Morei 2021-2015-2014-2013
🍷Sgarzon 2020-2013-2014-2015
🍷Fuoripista 2020
🍷Granato 2015
DolomitiCacciagalli

CHAMPAGNE ENCRY ORE 20:30 LOCALE HEY YOU CAIANELLO

CHAMPAGNE ENCRY

Il locale Hey You di Caianello in collaborazione

con
Proposta vini e l’Associazione Italiana Sommelier Campania,
delegazione di Caserta Presenta: CHAMPAGNE ENCRY 
Seminario a cura di TOMMASO LUONGO 

📍Hey You, Via Cesarelle. Caianiello
 📆data 16.05.24 
🕗Ore 20:30 
💰Contributo di partecipazione €40,00 da pagare in loco.
 ℹ️Info e prenotazioni 388 8584900
 Il seminario metterà a confronto le varie tipologie di Champagne. L’incontro sarà guidato da Tommaso Luongo presidente Ais Campania, ma sopratutto uno dei massimi esperti dello Champagne. In degustazione: -Dosage zero-Brut-Grand rosé-2013-2012-2009 In Abbinamento sarà servito anche un tagliere.
CHAMPAGNE ENCRY

 

 


PRIMA VERTICALE STORICA MELOGRANO, CON CENA IN ABBINAMENTO, LUNEDI 13 MAGGIO ORE 20:30 PRESSO I CACCIAGALLI TEANO

VERTICALE STORICA MELOGRANO

I CACCIAGALLI IN COLLABORAZIONE CON PODERE CONCORI E 

L' ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER CAMPANIA

CASERTA

PRESENTA LA PRIMA VERTICALE STORICA DEL

MELOGRANO

LUNEDì 13 MAGGIO ORE 20:30

I Cacciagalli SP91 Teano (CE)

Il volto dell’altra Toscana, la Garfagnana e la valle del Serchio, è disegnato dal Syrah, vitigno che recita il ruolo di protagonista in una verticale storica dell’etichetta “Melograno” di Podere Còncori, là dove la terra, la musica, i ritmi scanditi dalla natura, l’armonia hanno un’importanza fondamentale.

Il vino: nato anni fa da una passeggiata tra le vigne con il Sig. Veronelli è un piccolo grande capolavoro nel panorama enologico italiano. Schietto ed essenziale il suo carattere sorprende con uno stile che può essere tradotto in “qualità al naturale”. Da vigne molto vecchie e fascinose, costantemente ventilate e circondate da boschi, ad ogni sorso instancabilmente, come una bella canzone che ascolti e riascolti, si avvicendano ritmo, freschezza e bevibilità

Il territorio: piccolo appezzamento di terreno situato tra le montagne circostanti la provincia di Lucca, le Alpi Apuane e l’Appennino, la Garfagnana è terra di lupi e di briganti, di poeti e di rivoluzionari, terra del vino d’avanguardia. Tra i 300 e 400 metri sopra il livello del mare, il Vigneto più alto della Toscana è radicato su suoli di natura scistosa del miocene, sabbiosi e ciottolosi con una cospicua presenza di silice grazie allo scorrere del fiume Serchio.

 La memoria: “Camminare le vigne” e quasi parlarci, o suonarci in mezzo, perché spesso la musica dice più delle parole, è la filosofia di Gabriele. Il suo progetto, incredibilmente stimolante, è tutto proteso a recuperare l’immagine ed il ricordo dei vini della Garfagnana e della valle del Serchio, conquistando l’indiscusso livello dei vini toscani. Membro de La Renaissance des Appelations Italia, associazione creata da Nicolas Joly, Podere Còncori fa della biodinamica e della musica i suoi cardini ben definiti.

Melograno rivelerà l’inconfondibile caparbietà, il sacrificio e l’identità di una terra per tutti impossibile nei seguenti millesimi:

1999 – 2006 – 2008 – 2014 – 2017 – 2019 - 2022

La degustazione sarà accompagnata da una cena in abbinamento con le seguenti portate:

Entree

Burro di Bufala , cedro e scarola

Montanara burrata, pomodoro confit e germogli di basilico

Carpaccio di Bufala , salsa tonnata e peschiole

Pepita di Manzo con gel di limone

Antipasto

Lonzino di maiale, primo sale, nocciole, senape e rucola

Primo

Bottoni alla Nerano,spuma di caciocavallo e fiore di zucca disidratato

Dessert

Spuma agli agrumi

Info e prenotazioni:

0823 875216 - 379 262 5129 Mail: reservation@icacciagalli.it

Contributo  €  50  per tutti, da versare tramite Iban causale “evento Melograno”:

 IT13O0306975073100000005201

Per pagare con carta chiamare ai numeri in info.

VERTICALE STORICA MELOGRANO


A cena con il Produttore “Cantine Alois” ore 21:00 presso Duevite Restaurant Baia e Latina(CE)

A cena con il Produttore

DueVite Restaurant con le Cantine Alois

e la collaborazione

dell’ Ais di Caserta

presentano
“A Cena con il Produttore”

Ven 12 Aprile - ore 21:00
Presso DueVite Restaurant
Via Roma
Baia e Latina

Contributo €35,00
prenotazioni
3494308633
oppure
mail dueviterestaurant@gmail.com

Un percorso imperdibile alla scoperta di due grandi vitigni autoctoni casertani, in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier

attraverso il Delegato provinciale AIS Caserta Pietro Iadicicco e con il coordinamento di Massimo Alois di Cantine Alois.

Una serata con un menù di 5 portate in abbinamento che vedrà protagonisti Casavecchia e Pallagrello

per dare spazio e voce a questi vitigni all’interno del sempre più vasto panorama enologico campano e italiano in generale.

A cena con il Produttore


5 Marzo, Masterclass Salernum all'Enoteca La Botte con AIS Campania

Masterclass Salernum

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER CAMPANIA
Masterclass SALERNUM
I bianchi della provincia di Salerno nel millesimo 2020 Dalla Costa d’Amalfi alla Costiera Cilentana passando per Salerno
05 Marzo 2024 ore 19:00
Enoteca La Botte via nazionale Appia 168, Casagiove (CE)
Masterclass con 2 batterie da 4 vini in degustazione
DOP Costa d’Amalfi, IGP Colli di Salerno e DOP Cilento
Nessun ticket di partecipazione

Prenotazione obbligatoria e impegnativa info@aiscampania.it (0823345188 ore ufficio)
La provincia di Salerno è la più grande della Campania e una delle più estese d’Italia; un territorio assai variegato, con un ricco patrimonio varietale:
si parte dalla Costa d’Amalfi, una impervia lingua di terra arrampicata sulle ripide terrazze di origine calcarea ricoperte da stratificazioni vulcaniche;
poi il distretto vitivinicolo dei Colli Salernitani e Picentini che si trova a est del capoluogo Salerno, caratterizzato da pendii lievi e spesso pianeggianti e infine l’area del Cilento e Vallo di Diano, una vera e propria sub regione, diventata straordinario modello di storia e biodiversità, in cui si alterna il paesaggio della macchia mediterranea con i boschi di alta montagna
Masterclass Salernum

Ciró Revolution Giovedì 29 Febbraio ore 20:30 Enoteca la Botte Casagiove (CE)

Ciró Revolution

#CiróRevolution

L’Associazione Italiana Sommelier Campania, delegazione di Caserta

in collaborazione con

l’enoteca “La Botte”

presenta:

“Ciró Revolution”

Masterclass di Cirò Classico, Riserva e Rosato, con i produttori di Ciró presenti in sala.

Giovedì 29 Febbraio Ore 20:30

Enoteca La Botte, Casagiove.

Prenotazione obbligatoria.

Contributo per i soci in regola con la quota 2024 è di € 30,00,  per i non soci €40,00 da versare a mezzo

bonifico bancario intestato a AIS Campania, con causale: Evento Ciró + Nominativo partecipanti

IBAN: IT41Z0538740260000002464227

POSTI LIMITATI.

Per prenotazioni scrivere a: info@aiscampania.it

La Calabria del vino è in enorme fermento da ormai oltre un decennio, e a Cirò Marina sicuramente l'aria è ancor più vivace, ne è testimonianza la vittoria di una lunga battaglia terminata nel dicembre scorso con il riconoscimento della Docg. La strada è stata lunga ma, come è noto alle cronache enologiche, è in atto una rivoluzione guidata da viticoltori illuminati, appartenenti alla corrente definita "Cirò Revolution", che stanno lavorando in maniera artigianale per portare fuori tutto quello che è il carattere del Ciró in versione integrale, fatto di vigna e uomini, di colore scarico e tannino stagionale, che somiglia più a quello prodotto dai nonni dei protagonisti che a quello degli scaffali degli anni novanta e duemila. Siamo felici di presentarvi ben 10 tra le bottiglie più autentiche di questi produttori, nelle versioni Rosso Classico, Rosso Riserva e Rosato. Siamo ancora più felici di farlo in compagnia di alcuni dei produttori che saranno presenti in sala e ci racconteranno la loro terra, i loro vitigni e i loro vini.

 Le Cantine in Degustazione saranno le seguenti: 

- ' A VITA 
- SERGIO ARCURI 
- CATALDO CALABRETTA 
- COTE DI FRANZE
- F.LLI CERMINARA 
- F.LLI DELL'AQUILA
- FEZZIGNA 
- GIANNI LONETTI 
- TENUTA DEL CONTE
- VUMBANCA
Ciró Revolution

"Cosa c'entra Kafka con il vino?" Con Antonio Pascale

Kafka

#Kafka

L’Associazione Italiana Sommelier Campania,

delegazione di Caserta

in collaborazione con l’enoteca “La Botte”

presenta:

Riflessioni fuori dal calice #3

“Cosa c’entra Kafka con il vino?”, talk con Antonio Pascale.

Seminario sui vini della Repubblica Ceca a cura di Franco de Luca

Venerdì 16 Febbraio Ore 20:30

Enoteca La Botte, Casagiove.

Prenotazione obbligatoria.

Contributo per i soci in regola con la quota 2024 è di 15 Euro,  non soci 20 euro da versare a mezzo

bonifico intestato a AIS Campania, con causale: Evento Amarone + Nominativo partecipanti
IBAN: IT41Z0538740260000002464227

POSTI LIMITATI.

Per prenotazioni scrivere a: info@aiscampania.it

 Cosa c’entra Kafka con il vino?

Riflessioni fuori dal calice ritorna con la terza traccia, ancora una volta in compagnia di Antonio Pascale che ci ha preso per mano e ci ha promesso, incontro dopo incontro, una riflessione lunga una vita e lungo la vita. Abbiamo lasciato il 2023 insieme a Marcel Proust, uscendo da quella serata ricchi degli strumenti straordinari e necessari per recuperare il tempo perduto; ci immergiamo in questo 2024 interrogandoci su “cosa c’entra Kafka con il vino?”. La risposta la potrete avere solo da Antonio, che per questo appuntamento ci propone un’esplorazione del buio, un’esplorazione della notte, nelle cui tenebre, guidati dal nostro Caronte scrittore, andremo a conoscere Franz Kafka e il suo pensiero del pessimismo radicale. Un appuntamento affascinante, del quale possiamo darvi un'unica anticipazione: la promessa di Antonio Pascale è quella di, a fine serata, ricondurci in superfice, lasciandoci ancora una volta degli strumenti ulteriori per guardare, ed apprezzare diversamente, tutto ciò che la vita illumina. Siccome non ci è sembrata una promessa da poco, abbiamo deciso di celebrarla con un’esperienza degustativa singolare, dedicata alle origini del protagonista della serata, oggetto del racconto di un Caronte nostrano targato Ais: Franco De Luca ci guiderà nel mondo dei vini della Repubblica Ceca, che un carattere kafkiano lo denunciano da sempre, con un seminario che si concluderà, con la degustazione di 3 vini cechi.

L’appuntamento con Riflessioni fuori dal calice vuole diventare l’occasione per ampliare la nostra conoscenza della vita, dell’arte, del cambiamento e, come ci suggerisce Kafka, delle metamorfosi; tutte queste consapevolezze stanno alla base della comprensione di ogni stagione vitivinicola, che non è mai uguale a se stessa, e che non può mai prescindere dall’operato dell’uomo che interviene e decide sul rincorrersi del tempo e degli eventi, esattamente ciò che avviene nella vita di ognuno di noi.

Kafka


DIVINO giovedì 25 gennaio ore 20:00 Cafeina Eat Marcianise

DIVINO Cafeina Eat Marcianise

Cafeina Eat In collaborazione con l’Associazione italiana sommelier Campania

 delegazioni di Caserta e l’azienda vitivinicola Fattoria Pagano presenta: 

"DIVINO"
Presso 
Cafeina Eat 
Via G. Mundo, 9, 81025 Marcianise CE

Contributo euro 20

Info e prenotazione: 349 5701818

Una serata conviviale, nella splendida cornice di un locale originale assolutamente da vedere,
con un menu che strizza l’occhio a un melting pot da sfida al Falerno di Angelo Pagano, che ritroveremo in ogni calice.
L’occasione giusta per conoscere questo stupendo vino e questo antichissimo territorio.
Menu' Degustazione:
-Trebus vino spumante
- Black Island con scorzetta di arancia su vellutata di patata viola
   Falerno del Massico bianco Fabula
-Pralina di Cus Cus con Polpo
 Falerno del Massico bianco Pectus
-Pacchero fritto ripieno di Pera e Gorgonzola
 Falerno del Massico Rosso Gaurasi
-Bocconcino di Mussakà in crosta
Falerno del Massico rosso primitivo Voluptas
DIVINO Cafeina Eat Marcianise

Amarone "Il Nuovo Millennio" Seminario a cura di Andrea Lonardi Master of Wine alle ore 20:30 Presso l'Enoteca La Botte Casagiove

Locandina Bertani

AIS Campania Delegazione di Caserta,

in collaborazione con

l’Enoteca La Botte,

presentano:
Amarone
“Il nuovo millennio”
Giovedì 1 Febbraio 2024 Ore 20:30
Enoteca la Botte
Via Nazionale Appia, 168
Casagiove (CE)

Contributo € 75 per i soci AIS

in regola con la quota associativa, € 95

per i non soci da versare a mezzo bonifico intestato a AIS Campania, con causale:

Evento Amarone + Nominativo partecipanti
IBAN: IT41Z0538740260000002464227

La ricevuta del bonifico andrà inviata al seguente indirizzo mail con indicazione di nome e cognome dei prenotati: info@aiscampania.it
Un patrimonio di storia, un angolo d’Italia, la Valpolicella, terra d’elezione enologica nel mondo, l’innovazione come rispetto della tradizione sono i cardini di una delle interpretazioni produttive più apprezzate e famose dell’intera denominazione, l’Amarone Della Valpolicella Classico Bertani. Il privilegio di una masterclass condotta da Andrea Lonardi, vice presidente del Consorzio Tutela Vini Valpolicella conferito del prestigioso titolo di Master of Wine, secondo italiano a ricevere tale influente onorificenza, consentirà agli appassionati di addentrarsi nel “sistema dinamico” Bertani, di cui ricopre l’attuale ruolo di Chief Operating Officer. Il vino: Sintesi di identità, riconoscibilità, eleganza, longevità, bevibilità, racchiude in sé l’attrattività del tempo trascorso, l’imponenza della storia di un tessuto produttivo che si identifica nella perseveranza e nella determinazione. Le uve, corvina e rondinella, si avvicendano in un profilo qualitativo frutto di decenni
di studi, perfezionamenti e scoperte, fino a toccare le più profonde corde dell’anima. Il territorio: al centro di un abbraccio tra l’aria calda del Garda e quella fredda dei Monti Lessini la
Valpolicella Classica si presenta quale terra variegata e di lunga tradizione enologica. Diversità geologica, fonte di varietà espressiva nei vini, e sequenza di ampie vallate, dai monti alla pianura veronese, delineano la struttura paesaggistica. Tra le cinque aree geografiche Negrar si poggia su suoli di natura marno-calcarea nella zona medio-bassa di una estesa valle nella parte inferiore dove più spinta è l’azione delle correnti fredde provenienti dai Monti Lessini. La memoria: “Aldilà del tempo resistono i classici”, questo è il carattere Bertani, una storia lunga oltre un
secolo e mezzo costruita sul rispetto della terra di appartenenza, sulla coerenza e la continuità di uno stile sempre contemporaneo e inconfondibile, sulla pazienza e l’attesa nella produzione di un vino iconico quale è l’Amarone Classico della Valpolicella. Dall’intraprendenza di Giovan Battista e Gaetano Bertani, passando per l’esperienza vinicola con il Prof. Guyot, all’attuale denominazione Bertani Domains, l’associazione più immediata nel mondo vitivinicolo resta quella tra Bertani e l’Amarone della Valpolicella Classico. Il rispetto della natura e del patrimonio genetico dei vigneti quale scelta di un luogo come Tenuta Novare, anfiteatro naturale e anima dell’Amarone della Valpolicella Classico Bertani, si rivelerà in una storica verticale nelle seguenti annate:
 2013
 2010
 2007
 2003
 2000

Locandina Bertani


Corso di Sommelier Mixologist, a partire dal 22 Febbraio da Radici Clandestine

Mixologist

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER CAMPANIA

CORSO DI SOMMELIER MIXOLOGIST
Miscela, Crea, Esplora
 
Dal 22 Febbraio, 8 lezioni, con valigetta e kit dedicato
 
Radici Clandestine, Piazza Aldo Moro n.1, Caserta

Per tutti i soci Ais, e per chi vorrà diventarlo,

parte il 22 febbraio

presso Radici Clandestine il

Corso di Sommelier Mixologist,

durante il quale verranno approfondite tutte le tecniche per la realizzazione di cocktail classici e contemporanei; con un focus sulla storia della mixology e i principali distillati; e imparare a gestire il ghiaccio nel modo corretto e a utilizzare tutti gli strumenti di lavoro presenti nel kit che è stato previsto nella valigetta in dotazione per ogni partecipante. OTTO LEZIONI frontali, tenute da relatori AIS Campania e da esperti della mixology, tutte caratterizzate da una prima parte teorica e una seconda parte pratica, in cui ogni partecipante si cimenterà con la preparazione e la degustazione di due cocktail.

Programma del corso Sommelier Mixologist AIS Campania:

22/02/24 - 1^ Lezione: Storia ed Evoluzione della Distillazione. Le Scoperte, le tecniche primordiali e l’avanguardia.

29/02/24 - 2^ Lezione: Storia e Tecniche di Miscelazione. Dal Punch al Cocktail Moderno. Le tecniche contemporanee. I cocktail più famosi.

07/03/24 - 3^ Lezione: Vodka, Genever e Gin.

14/03/24 - 4^ Lezione: Vini liquorosi e liquori.

21/03/24 - 5^ Lezione: Distillati da Canna da Zucchero e Agave.

28/03/24 - 6^ Lezione: Acquavite, Brandy e Grappa.

04/04/24 - 7^ Lezione: Whisky e Whiskey.

11/04/24 - 8^ Lezione: Abbinamento Cibo/Cocktail e Cena didattica.

Inizio lezione alle ore 19 – Fine lezione ore 21  

Il corso ha un costo di € 390,00 euro. Nel contributo è compreso la valigetta con il kit per Barman professionisti: 2 Shaker Boston bilanciato acciaio / 1 Strainer  acciaio 8 cm / 1 Jigger Ginza Urban Bar in acciaio inox cl 2,5 e 5 acciaio / 2 Miscelatori con pestello e torciglione in acciaio / 1 Pinza ghiaccio in acciaio / 1 Spremilime Mexican in alluminio verde / 1   calice da cocktail cilindrico / 1 Calice degustazione distillato
In partnership con DOVEL Import

Modalità di iscrizione:

PER I SOCI AIS: effettuare un bonifico bancario pari a € 390,00, intestato ad AIS CAMPANIA, al seguente IBAN: IT 41 Z 05387 40260 000002464227, indicando nella causale " Sommelier Mixologist, Nome e Cognome".

PER I NON SOCI: sarà necessario effettuare prima l'adesione all'associazione, compilando il modulo d'iscrizione che troverete sul sito www.aiscampania.it, ed inviarcelo a info@aiscampania.itiadicicco.ais@gmail.com, che prevede un costo di € 90,00 da integrare al bonifico, per un totale di € 480,00 intestato ad AIS CAMPANIA, al seguente IBAN: IT 41 Z 05387 40260 000002464227, indicando nella causale "Sommelier Mixologist, Nome e Cognome".

Per ulteriori informazioni e per iscrizioni chiamare al 349 83 41 504 o scrivere a Iadicicco.ais@gmail.com

Mixologist


"Rufina La Storia del Chianti" Seminario presso l'enoteca la Botte il 19 gennaio ore 20:30

RUFINA

Delegazione di Caserta in collaborazione con l'Enoteca La Botte

Presenta: 

RUFINA

La storia del Chianti

il 19 gennaio ore 20:30

Presso l'Enoteca la Botte

Via nazionale Appia 168

Casagiove(CE)

Contributo di € 50 per i soci AIS in regola con la quota associativa


€ 70 per i non soci, da versare a mezzo bonifico intestato a AIS Campania, con causale:

Seminario Rufina + Nominativo

IBAN: IT41Z0538740260000002464227

Informazioni: Info@Aiscampania.it

Un appuntamento con la regione storicamente più conosciuta dell’Italia del vino, l’occasione per scoprire le radici della sottozona piu’ intricante del Chianti, la possibilità di affidarsi a una delle voci più autorevoli della famiglia Ais, quella di Massimo Castellani che ci porterà nel cuore di Rufina. Un seminario volto a farci conoscere una tra le Dogc più evolute del panorama nazionale, letta dalla lente di ingrandimento che punta sulla sottozona più rappresentativa del Chianti.

Rufina raccontata in 11 vini, che calice dopo calice sveleranno il puzzle che Massimo Castellani ha pensato per noi.

I vini in degustazione saranno:

Vigneto Poggio Diamante 2019

Lastricato 2019

Vigna alla Stele 2019

Vigneto Erchi 2019

Vigna Montesodi 2020

Vigna il Poggio 2020

Vigna Il fiorino 2020

Vigna Casanova 2020

Vigneto Le Rogaie 2020

Vigna Colonneto 2020

RUFINA


Proust Risponde sabato 30 Dicembre presso Il salone degli specchi Teatro Garibaldi a Santa Maria Capua Vetere, ore 20:00

Proust Risponde

L’Associazione Italiana Sommelier Campania,

delegazione di Caserta

con il Comune di Santamaria Capua Vetere

Presentano:

Riflessioni fuori dal calice. #traccia2

“Proust risponde”, talk con Antonio Pascale.

Sabato 30 Dicembre Ore 20:00

Salone degli Specchi, presso il Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere (CE).

Evento gratuito, con prenotazione obbligatoria.

POSTI LIMITATI. 

Per prenotazioni scrivere a: info@aiscampania.it

Il 2023 sta per finire, scommettiamo che nell'attesa di Capodanno ci stiamo chiedendo: cosa fare nel 2024? E ancora, su questa strada: quali sono le ragioni che rendono la vita degna di essere vissuta? Vale la pena continuare o cambiare? I sentimenti? L'amore, i ricordi? Sono strumenti validi per esaminare la nostra vita? A tutte queste nostre domande risponde Marcel Proust con la sua ricerca del tempo perduto che si spiega come entrare nel 2024 con i sensi potenziati, super poteri artistici per l'anno che viene. Un talk di 50 minuti per raccontare questo grande scrittore che ci fornisce una bussola molto precisa per vivere meglio questo presente che facciamo fatica a capire.

È tempo di bilanci ma è anche tempo di auguri, e in occasione del calendario degli eventi di Natale organizzati dal comune di Santa Maria Capua Vetere, ospiti del bellissimo Salone degli specchi presso il Teatro Garibaldi, l’ Ais Caserta propone un’ incursione nel mondo speciale di Marcel Proust raccontato da Antonio Pascale, già ospite della prima traccia della rassegna “Riflessioni fuori dal calice”, a cura di Antonia Golino, in cui il vino sarà sempre protagonista, ma fuori dal bicchiere, almeno per un’ora.

Eccezionalmente in questa serata, nel perfetto stile di un simposio moderno, le parole di Antonio saranno accompagnate anche da un calice

di un vino del ricordo, che verrà servito all’ingresso e che potrete bere durante il talk, sperando che diventi per tutti la madeleine di Proust.

Proust Risponde


Bollicine per le Feste giovedì 28 Dicembre ore 19:00 Casale di Tecvrolaccio

Bollicine per le Feste

La cooperativa sociale Terra Felix in collaborazione

con

Ais Campania delegazione di Caserta e il consorzio Vitica presentano:

Bollicine per le feste
Ore 19:00 al casale di Teverolaccio Via 24 maggio Orta Di Atella.
Per prenotarsi:

Bollicine per le Feste


Italia-Francia giorno 14/12/23 presso Il Menalino ore 2030

Italia-Francia

Il ristorante il Menalino,

In collaborazione con

l’Enoteca il vino e l’associazione italiana Sommelier Campania delegazione di Caserta presenta: 

Italia-Francia
Ore 20:30
Ristorante il Menalino via Raffaello Aversa
Costo euro 80 da pagare in loco
Per informazioni prenotazioni:
Tel. 3396357989⁣ Tel. 3937836870⁣

 
Giovedì 14 Dicembre
 Serata ITALIA - FRANCIA
 3 Grandi vini Italiani  3 Grandi vini Francesi  ‼️Solo per 33 persone
 L’anno sta per terminare e non potevamo lasciarlo andare senza fermare un momento e rubarlo per fare delle piccole/grandi riflessioni su questo 2023 targato Ais e per farlo ci siamo riservati due triadi importanti tra i vini delle due maggiori nazioni produttrici. Pietro Iadicicco e Giuliana Biscardi ci accompagneranno in questa serata di cultura guidandondoci tra i 6 prestigiosi calici. Al termine della degustazione ci sarà la cena a cura dello chef resident del Menalino.
 In degustazione:
- Champagne 746 - Jaquesson
- Martissima 2021 - Sirk
- Tignanello 2016 - Antinori
- Beaune 1er Cru "Clos De L'Ecu" Monopole 2019 - Domaine Faiveley
- Barbaresco Masseria 1998 - Vietti
- Chateau de Pez 1994
 ️ i piatti :
 - Parmigiana di Melanzane
 - Timbaletto di tagliolino con salsiccia e zucca su salsa di peperoni cruschi

- Degustazione di formaggi

Posti limitati
Italia-Francia

Champagne, a cura di Tommaso Luongo, ore 20:00 presso locale Hey You Caianello.

Champagne

Il locale Hey You di Caianello in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Campania, delegazione di Caserta 

Presenta: 
CHAMPAGNE 
Seminario a cura di TOMMASO LUONGO
Presso Hey You, Via Cesarelle. Caianiello 
Il giorno 01.12.2023 
alle ore 20:00

Contributo di partecipazione €40,00 da pagare in loco. 
Info e prenotazioni 388 8584900
 Il seminario metterà a confronto tre territori della più importante regione del mondo delle bollicine, la Champagne. Sei vini e sei interpretazioni che ci faranno attraversare la Côte des Bar, la Vallèe de la Marne e la Montagne de Reims. L’incontro sarà guidato da Tommaso Luongo presidente Ais Campania, ma sopratutto uno dei massimi esperti dello Champagne.
In degustazione:
-Mouzon, Virdunacus, millesimo 2015, Grand Cru Verzenay
- Eric Legrand, Rosé,

Côte des Bar
- Eric Legrand, Cuvee Reminiscence, Pinot Bianco, Côte des Bar
- Eric Legrand, millesimo 2010,

Côte des Bar
- Andrè Roger, vielles vignes, AY Grand  Cru
- Delouvin Nowack, Meunier, Cru Vandières
Champagne

Valle Isarco I diamanti delle Dolomiti Venerdì 27 Ottobre ore 20:30 presso Enoteca la Botte Casagiove

Valle Isarco

L’Associazione Italiana Sommelier Campania,

delegazione di Caserta
in collaborazione con
l' Enoteca La Botte

Presenta:
VALLE ISARCO“I DIAMANTI DELLE DOLOMITI”Venerdì 27 Ottobre Ore 20:30

presso l’Enoteca la Botte, Via Appia,168 Casagiove (CE)
a cura del responsabile  Lorenzo Nichelatti con Giuliana Biscardi e Carlo Sarrantonio

- Contributo per la serata € 25 per i soci AIS in regola con la quota associativa
- € 35 per i non soci, da versare a mezzo bonifico intestato a AIS Campania, con causale:

Seminario Valle Isarco + Nominativo

IBAN: IT41Z0538740260000002464227
Una Master class dedicata alla più piccola doc Italiana che annualmente riesce a portare dei veri e propri diamanti nelle nostre degustazioni.
I Vitigni Sylvaner, Grüner Veltliner, Kerner e Riesling  risaltano completamente il territorio speciale in cui si trovano.
Vini In degustazione:
- Aristos Sylvaner 2020-2019-2018
- Aristos Grüner Veltliner 2021
- Aristos Kerner 2022 e 2018;
- Aristos Riesling 2021
Vietato mancare!
Valle Isarco

SANGIOVESE E SUOLI IN SETTE ESPRESSIONI venerdì 20 ottobre ore 20:30 presso Enoteca La Botte Casagiove

SANGIOVESE E SUOLI

L’Associazione Italiana Sommelier Campania, delegazione di Caserta

Presenta:
MASTERCLASS

“SANGIOVESE E SUOLI IN SETTE ESPRESSIONI”

Venerdì 20 Ottobre Ore 20:30

presso l’Enoteca la Botte, Via Appia,168 Casagiove (CE)
a cura del presidente di Ais Toscana Cristiano Cini

Contributo per la serata € 40 per i soci AIS in regola con la quota associativa
€ 50 per i non soci, da versare a mezzo bonifico intestato a AIS Campania, con causale:

Seminario Sangiovese + Nominativo
IBAN: IT41Z0538740260000002464227

Una Master class dedicata al vitigno sangiovese e ai vari territori del centro Italia, dove si esprime in
maniera eccellente. Indagheremo, con un relatore autorevole, le differenti espressioni che emergono al
variare dei suoli e dei terroir che ospitano una delle uve più diffuse nel panorama italiano e con maggior
storia, fino ad avere una visione più chiara del sangiovese e delle sue sfumature.
Nella speciale cornice dell’Enoteca La Botte, a guidare la Masterclass ci sarà Cristiano Cini, Presidente Ais
Toscana, con la presenza del presidente di Ais Campania Tommaso Luongo.
I vini in Degustazione:
 ROMAGNA
- ROMAGNA SANGIOVESE DOC SUPERIORE RISERVA, PREDAPPIO DI PREDAPPIO, VIGNA DEL GENERALE,
CANTINA FATTORIA NICOLUCCI
- ROMAGNA SANGIOVESE DOC, MODIGLIANA RISERVA, VIGNA PROBI, CANTINA VILLA PAPIANO
 UMBRIA
- TORGIANO ROSSO RISERVA DOCG, RUBESCO VIGNA MONTICCHIO, CANTINA LUNGAROTTI
 MARCHE
-COLLI PESARESI SANGIOVESE DOC, RISERVA CARDOMAGNO, CANTINA IL CONVENTINO DI MINTECICCARDO
 TOSCANA
-ZONA AREZZO, TOSCANA IGP, ORLANDO, CANTINA LA GUARDIOLA
-CHIANTI CLASSICO VIGNA LE FORNACI GRAN SELEZIONE CANTINA VILLA CALCINAIA
-BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA BRAMANTE CANTINA SAN LORENZO

SANGIOVESE E SUOLI


Champagne de Lux Giovedì 19 Ottobre ore 20:00 presso il Menalino Aversa

de luxe

Il Menalino In collaborazione con Enoteca il Vino e Ais Caserta

Presenta:

“Champagne De Luxe”

Il lusso nel calice

Giovedi 19 Ottobre Ore 20

presso il Menalino, Via Raffaello Aversa (CE)

Seminario a cura del presidente Ais Campania Tommaso Luongo

Seminario cena e degustazione €90 Prenotazione obbligatoria Posti limitati

081 8154012 339 6357989 393 7836870

Aperitivo in Cantina con Ostriche e Asprinio

Seminario sullo Champagne e come negli anni sia diventato un Brand di Lusso

A seguire Degustazione e Cena/Abbinamento:

- Moutadon cuvee Charles Barr

-Cuvee Origine+ Blanc de blancs

- Orban Extra Brut 100% Pinot Meunier

-Louis Roederer Cristal 2014

-Louis Roederer Carte Blanche Demi-sec

Menu:

-Aperitivo Ostriche

-Pizza ai 7 cereali con Mozzarella  di bufala campana Dop, gambero rosso di Mazara e olio EVO    Mastroberardino

-Riso patate e cozze

-Frittura di calamari e baccalà

-Polacca Aversana

de luxe


I vini del Vesuvio venerdì 6 ottobre ore 20:30 presso Enoteca la Botte

I vini del Vesuvio

L’AIS Campania Delegazione Caserta

in collaborazione con
l'Enoteca La Botte di Casagiove CE, presenta:

 I Vini del Vesuvio. 

 
📆 6 ottobre ore 20.30
📍Enoteca la Botte
Via Nazionale Appia, 168. Casagiove (CE)

💰Contributo € 30 per i soci AIS in regola con la quota associativa, € 40 per i non soci da versare a mezzo bonifico intestato a AIS Campania, con causale: Evento Vini del Vesuvio + Nominativo partecipanti
IBAN: IT41Z0538740260000002464227
📩La ricevuta del bonifico andrà inviata al seguente indirizzo mail con indicazione di nome e cognome dei prenotati:
info@aiscampania.
Dopo il rientro dalle vacanze ricco di avvenimenti, accogliamo il mese di ottobre con un appuntamento che è corretto definire vulcanico.  Torna a Caserta il seminario di aggiornamento sui vini e  prodotti del Vulcano partenopeo, condotto da Ernesto Lamatta, delegato AIS Vesuvio.
Una serata all’insegna di vini e prodotti appassionanti e dalle caratteristiche uniche.
In degustazione:
🍾 AZIENDA SORRENTINO
📍Boscotrecase
 ⁃ Vigna Lapillo Vesuvio Lacryma Christi Bianco 2020
 ⁃ Vigna Lapillo Vesuvio Lacryma Christi Rosso 2018
🍾 MONTESOMMAVESUVIO
📍Pollena Trocchia
 ⁃ Català 36 Brut Millesimato 2019
 ⁃ Català Catalanesca dl Monte Somma Bianco 2022
🍾 AZIENDA VILLA DORA
📍Terzigno
 ⁃ Vigna del Vulcano Vesuvio Lacryma Christi Bianco 2014
 ⁃ Gelsonero Vesuvio Lacryma Christi  Rosso 2018
 ⁃
🍾 AZIENDA BOSCO DE' MEDICI
📍Pompei
 ⁃ Pompeii Pompeiano Rosso 2022
 ⁃ Lavaflava Vesuvio Lacryma Christi  Bianco  2019
🍾 AZIENDA CANTINE OLIVELLA
📍Sant’Anastasia
 ⁃ Lacrimabianco Vesuvio Lacryma Christi Bianco 2022
 ⁃ Ereo Vesuvio Rosato 2022
🍾 AZIENDA CASA SETARO
📍Trecase
 ⁃ Contrade Bosco del Monaco 61.37 Vesuvio Doc Bianco 2020
 ⁃ Pietrafumante Vesuvio Spumante 2020
AZIENDA GIOLÍ  📍San Sebastiano al Vesuvio)  “Pomodorino del Piennolo”
AZIENDA CAFFÈ MASULLI 📍Somma Vesuviana “Panettone Pellecchiella”
AZIENDA OLEIFICIO PUNZO 📍San Giorgio a Cremano
Olio extra vergine bio
AZIENDA GEMME DEL VESUVIO 📍Castello di Cisterna
Pasta mezzo pacchero
AZIENDA ALMA DE LUX 📍San giorgio a Cremano
Liquore al pomodoro del Piennolo
I vini del Vesuvio

Wine Region Championship Sante ad Aversa dal 10 Ottobre

Sante

Santè, in collaborazione con Ais Caserta

presenta:
"Wine Region Championship"
Dal 10 Ottobre da Santè
Piazza Normanna Aversa(CE)

Il costo di partecipazione per la singola serata è di €35,00.
L’abbonamento agli 8 incontri è pari a €250,00.
 per prenotare scrivere al seguente indirizzo mail:
⚠️ ⚠️⚠️ La fine dell’estate ti sta già deprimendo? Abbiamo la soluzione per un autunno sfavillante!!!
Santè, in collaborazione con Ais Caserta, presenta il ️"Wine Region Championship"️, un evento imperdibile per gli amanti del vino e i sommelier desiderosi di esplorare a fondo il mondo vitivinicolo italiano, che saranno chiamati a diventare giudici di una gara emozionante tra le varie regioni d’ Italia che, a due a due, si sfideranno a colpi di calici e prodotti tipici, ma che soprattutto saranno rappresentate da un degustatore ufficiale Ais,
che vi travolgerà spiegandovi le peculiarità del territorio, le motivazioni della scelta dei vini e come apprezzarli al meglio, facendovene innamorare fino a farvi alzare la paletta e votare per la sua regione del ❤️.
Sarete chiamati al difficilissimo compito di decretare quale regione merita il titolo di campione, spedendola in finale per sfidare, #nientepopodimenoche la misteriosa e affascinante Francia.
️Ovviamente, per votare nel modo corretto, sarete muniti di tutto ciò che è necessario: 2  di vino per ogni regione, che il vostro  ‍ relatore vi racconterà, introducendovi anche alle basi della tecnica della degustazione, più un  a sorpresa, servito al buio, a fine serata. Il tutto accompagnato da prodotti tipici  delle regioni partecipanti.
⚔️Ogni sfida avrà un tema speciale, e i 4 vini regionali scelti per quel tema saranno presentati con passione.
La regione vincente avanzerà al round successivo, pronta ad affrontare il prossimo emozionante tema.
✈️Un viaggio sensoriale attraverso l'Italia che vale la pena non perdere.
Vi aspettiamo NON TUTTI, perché i POSTI sono LIMITATI 
Sante

"Vernaccia di San Gimignano" In Piano Cartesiano, Venerdì 29 Settembre 2023 Ore 20:30 presso Enoteca la Botte Casagiove

vernaccia

AIS Campania Delegazione di Caserta, in collaborazione con l’Enoteca La Botte,

presentano:
"Vernaccia di San Gimignano"
In Piano Cartesiano
Venerdì 29 Settembre 2023 Ore 20:30
Enoteca la Botte
Via Nazionale Appia, 168
Casagiove (CE)

Contributo € 30 per i soci AIS in regola con la quota associativa, € 40 per i non soci da versare a mezzo
bonifico intestato a AIS Campania, con causale: Evento Vernaccia + Nominativo partecipanti

IBAN: IT41Z0538740260000002464227

La ricevuta del bonifico andrà inviata al seguente indirizzo mail con indicazione di nome e cognome dei

prenotati:
info@aiscampania.it

In un sistema cartesiano che pone in relazione singolari annate ed emblematiche aziende vitivinicole avrà luogo uno straordinario incontro con l’Unica Regina Bianca in una terra di Re Rossi: la Vernaccia di San Gimignano.
L’evento sarà condotto da Valentino Tesi, miglior Sommelier d’Italia, già vicecampione italiano nel 2018, Miglior Sommelier della Toscana, con un seminario incentrato sull’indissolubile connubio tra la città di San Gimignano ed il suo vino e sul sorprendente risultato del lavoro di tante aziende di famiglia.

Il vino: dono di una terra straordinaria, la sua storia è secolare. Fin dal 1200 è protagonista sulle tavole di poeti, papi e re, nel 1966 è la prima DOC di tutta la penisola italiana. Vitigno generoso è senza dubbio tra le prime uve ad abitare il nostro territorio. Ribellandosi agli stereotipi che la vogliono tracciare quale vino di seconda fascia rispetto ai rossi toscani, la Vernaccia di San Gimignano si impone con la sua decisa sapidità e l’ottimo potenziale evolutivo.
Il territorio: nel cuore della Toscana si erge l’antica città turrita, patrimonio mondiale dell’Unesco, patria e gloria dell’omonima Vernaccia. Parte integrante e sostanziale del paesaggio è la viticoltura, che prende vita per la peculiare vocazione dei suoli di questo “mare antico”. Terreni formatisi sui depositi pliocenici marini e costituiti da tufo e argille gialle segnano il carattere salino dei vini dell’areale.
La memoria: vigili e attenti custodi del territorio e del suo paesaggio sono i viticoltori locali, intere famiglie che da generazioni contribuiscono con cura e consapevolezza a rendere San Gimignano e la sua Vernaccia unici al mondo. La testimonianza di questa terra e del suo frutto sarà interpretata attraverso il lavoro significativo di sette produttori, paladini della Regina Bianca e riferimenti focali delle seguenti annate:

  • Signano - Vernaccia di San Gimignano DOCG Riserva “La Ginestra” - 2021
  • Vagnoni - Vernaccia di San Gimignano DOCG Riserva “I Mocali” - 2020
  • Tollena - Vernaccia di San Gimignano DOCG Riserva “Signorina Vittoria” - 2019
  • Teruzzi - Vernaccia di San Gimignano DOCG Riserva “Sant’Elena” - 2018
  • Fattoria San Donato - Vernaccia di San Gimignano DOCG Riserva “Benedetta” - 2016
  • Casa Falchini - Vernaccia di San Gimignano DOCG Riserva “Vigna a Solatìo” - 2015
  • Casa Lucii - Vernaccia di San Gimignano DOCG Riserva “Mareterra” - 2014

vernaccia


Sabato Casertano 23 Settembre 2023, Enoagriturismo Masseria Piccirillo a Caiazzo (CE)

Enoagriturismo Masseria Piccirillo a Caiazzo

Consorzio Tutela Vini di Caserta VITICA

In collaborazione con Ais Campania Delegazione di Caserta

Presentano il :

“Sabato Casertano”

Enoagriturismo Masseria Piccirillo 

In

Via Carpinito 4, Caiazzo (CE)

23 Settembre 2023 ore 12:00

Costo Euro 50,00

Per info e prenotazioni al seguente link:

https://www.vitica.it/news-eventi/eventi/il-sabato-casertano-i-edizione-188/biglietti.html

#SabatoCasertano

Pronti per il quattordicesimo appuntamento del tour “Sabato Casertano” del 23 settembre che si svolgerà presso l’eno-agriturismo “Masseria Piccirillo” di Caiazzo (CE).

Ad accoglierci saranno Carmine e Giovanni Piccirillo, padre e figlio che insieme gestiscono il loro enoagriturismo. Ci illustreranno le principali caratteristiche viticole ed enologiche di Pallagrello bianco, Pallagrello Nero e Casavecchia, vitigni fortemente radicati a Caiazzo, una delle zone più rappresentative dell’IGT Terre del Volturno.
La visita in cantina ci permetterà di approfondire i metodi di vinificazione, in particolare del metodo classico, punta di diamante dell’azienda, “Prima Gioia” prodotto da 100% uve Pallagrello.
Seguirà la degustazione di un mosto in fermentazione alcolica.
Al rientro dalla cantina seguirà il seminario sull' IGT Terre del Volturno e cenni sull’abbinamento cibo-vino a cura dalla Degustatrice Ufficiale AIS Michela Riselli. Subito dopo pranzeremo presso l’agriturismo, degusteremo quattro vini dell’azienda insieme ai piatti della tradizione locale.

Masseria Piccirillo inizia la propria attività nel 2001, grazie alla determinazione del proprietario Carmine Piccirillo, esperto viticoltore e attento vinificatore. Tre ettari impiantati principalmente a Pallagrello bianco, Pallagrello Nero e Casavecchia. Fondamentale il contributo del figlio Giovanni, enologo specializzato in Francia che cura la parte tecnica dell’azienda.

Vini e piatti in degustazione:

 Spumante Prima Gioia, millesimato 2020, in abbinamento all’antipasto “beati colli” (Salumi della Masseria, formaggi con marmellata; fichi farciti con rose di culatello; panino napoletano con salumi, formaggi e fiori di zucca. Filetti di melanzana con oliva caiazzana in agrodolce; bruschetta con cipolle caramellate. Pacc e’ov su letto di cavolo rosso e portulaca. Zuppetta di fagioli e zucchine).
 Pallagrello Bianco 2022 in abbinamento alla montanara con pomodorini e caciocavallo.
 Pallagrello Nero 2020 in abbinamento a cavatelli fatti in casa con crema di basilico, zucchine e fiori di zucca.
 Casavecchia 2020 in abbinamento con culatello di maialino con prugne, fichi e Pallagrello Bianco e contorno di patate speziate al forno.

Di seguito il programma della giornata:

Ore 12,00: Appuntamento in azienda, accoglienza e visita in cantina.
Ore 13,00: Seminario e degustazione di quattro vini dell’azienda accompagnati da una selezione di piatti tipici del territorio.

Per info e prenotazioni al seguente link:
https://www.vitica.it/news-eventi/eventi/il-sabato-casertano-i-edizione-188/biglietti.html

Enoagriturismo Masseria Piccirillo a Caiazzo


FALANGHINA, complice il tempo

FONTANAVECCHIA

AIS Campania Delegazione di Caserta,

in collaborazione con

l’Enoteca La Botte e la cantina Fontanavecchia,
presentano
"Falanghina"
Complice il Tempo
Venerdì 15 Settembre 2023 Ore 20:30
Enoteca la Botte
Via Nazionale Appia, 168
Casagiove (CE)

******

Contributo € 30 per i soci AIS in regola con la quota associativa, € 40 per i non soci da versare a mezzo bonifico intestato a AIS Campania, con causale:

Evento Falanghina + Nominativo partecipanti IBAN: IT41Z0538740260000002464227
La ricevuta del bonifico andrà inviata al seguente indirizzo mail con indicazione di nome e cognome dei prenotati: info@aiscampania.it
Il gusto e la bontà di un vitigno già conosciuto ai tempi dei Romani e probabilmente già bevuto dai Greci sarà testimoniato dal racconto del Dott. Libero Rillo, appassionato viticoltore dell’azienda Fontanavecchia, una delle più importanti e antiche realtà vitivinicole dell’intero Sannio, e Presidente del Consorzio Sannio Tutela Vini.

Il vino: dal termine “falanga”, per il suo portamento espanso la vite veniva legata a pali di sostegno. Distinto tra un biotipo sannita e un biotipo flegreo è il vitigno più trasversale, diffuso in tutte le province e le principali zone vitivinicole della Campania. A distanza di secoli oggi per la falanghina è l’era di una nuova vita fatta di risultati, traguardi, riconoscimenti decretati dalla sua versatilità produttiva.
Il territorio: l’area geografica dedicata alla sua produzione si estende sull’Appennino Campano, in un ambiente verdeggiante tracciato dai fiumi Sabato e Calore. Riscoperta negli anni settanta nel territorio di Sant’Agata dei Goti, qualunque sia la zona in cui l’uva viene coltivata, il vino che ne deriva conserva inalterato il suo patrimonio organolettico.
La memoria: nell’omonima contrada di Torrecuso l’oculata gestione di Libero e l’esperienza di una famiglia di vignaioli fanno dell’azienda Fontanavecchia un’istituzione vitivinicola per tutto il vocato areale beneventano e campano. L’interpretazione di un vitigno capace di attraversare il tempo sarà protagonista nei seguenti millesimi in una verticale senza precedenti:

- Taburno Falanghina del Sannio DOC “Libero” 2019
- Taburno Falanghina del Sannio DOC “Libero” 2017
- Taburno Falanghina del Sannio DOC “Libero” 2015
- Taburno Falanghina del Sannio DOC “Libero” 2014
- Taburno Falanghina DOC “Libero” 2008
- Taburno Falanghina DOC “Libero” 2007
- Igt Beneventano Falanghina DOC “Libero” 2001

FONTANAVECCHIA


Calici Al Borgo

Calici Al Borgo

Il comune di Caserta

In collaborazione con Ais Campania Delegazione di Caserta e Consorzio Tutela Vini di Caserta VITICA

Presentano:

“Calici al Borgo”

Nella Corte Cicia / Fierro -

Caserta Vecchia

Dal 31 Agosto al 3 Settembre  2023

 L’evento è gratuito per tutti

 

Prenotazioni al seguente link:

https://www.eventbrite.com/o/settembre-al-borgo-2022-52239412953

#CaliciAlBorgo

Anche quest’anno “Settembre al borgo” ospiterà la rassegna “Calici al borgo” una Wine Talk esclusiva, che ci permette di conoscere le cantine e di imparare a degustare i vini di Caserta. L’evento è organizzato dal Comune di Caserta  in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier Campania delegazione di  Caserta è il consorzio Vitica.

Il programma:

-31-08-23

19:00 Il Verro

20:00 Bonaparte

-01-09-23

19:00 La Masserie

20:00 Terra Felix-Alepa

-02-09-23

19:00 Palazzo Marchesale

20:00 Torelle -Porto di mola

-03-09-23

19:00 De Angelis-Ren

20:00 Tre Ponti

NB: in caso non riusciste a prenotare in tempo, vi consigliamo di venire comunque, perché il borgo è bellissimo e ne vale la pena❤️e potrebbe esserci qualche disdetta.

Calici Al Borgo


Sabato Casertano 2 Settembre 2023 Azienda Tenuta Fontana, Carinaro (CE)

Sabato Casertano Azienda Tenuta Fontana

Consorzio Tutela Vini di Caserta VITICA

In collaborazione con Ais Campania Delegazione di Caserta

Presentano il :

“Sabato Casertano”

Tenuta Fontana

In

Strada consortile Asi, Carinaro (CE)

2 Settembre 2023 ore 10:00

Costo Euro 25,00

Per info e prenotazioni al seguente link:

https://www.vitica.it/news-eventi/eventi/il-sabato-casertano-i-edizione-188/biglietti.html

Ripartiamo, dopo le vacanze estive, con il nuovo appuntamento del tour “Sabato Casertano”, che avrà luogo il 2 Settembre presso l’azienda Tenuta Fontana a Carinaro.

L’itinerario si svolgerà in due fasi, la prima nella vigna storica a San Leucio e la seconda in cantina a Carinaro.

L'appuntamento è all'ingresso del vigneto, che si trova all’interno dell’Oasi WWF Bosco di San Silvestro. Il tour partirà dall' antico sito della vigna storica dei Borboni e ad accompagnarci sarà il responsabile di produzione Antonio Spina, che illustrerà il progetto e il ciclo di produzione dei vini ottenuti dalle uve coltivate nella vigna. Di seguito le coordinate fornite da Google Maps https://goo.gl/maps/FPtfpjRoV4mZvBTn8. Sul posto c’è un comodo parcheggio.

Subito dopo ci sposteremo, con le proprie auto, in cantina, che dista circa venti minuti dalla vigna. Il percorso si concluderà con il seminario sui territori della DOC Aversa  con degustazione di tre vini e cenni sull’abbinamento cibo vino a cura del Vice Delegato e Degustatrice Ufficiale AIS Caserta Giuliana Biscardi. Un light lunch accompagnerà il momento degustativo.

In riferimento all’azienda Tenuta Fontana

E' dalla fine del 1800 che la famiglia Fontana coltiva una passione tramandata di generazione in generazione, una tradizione secolare e il desiderio di elevare i territori tra  l’agro aversano e il beneventano. Luoghi d’elezione per vitigni pregiati, primo fra tutti l’Asprinio. Il lavoro dell' azienda prosegue con la “Vigna del Re” nel Bosco di San Silvestro, alle spalle della cascata della Reggia di Caserta.

Di seguito il programma della giornata:

 Ore 10:00 accoglienza in vigna e inizio del tour.

 Ore 11:30  spostamento alla cantina di Carinaro con visita e spiegazione dei processi di vinificazione.

 Ore 12:00 seminario sulla Doc Aversa e “Light Lunch” con prodotti del territorio e degustazione di tre vini aziendali ( spumante Olmo, Civico 44 e Alberata)  e per finire il Pallagrello Bianco prodotto dalle uve della vigna Borbonica visitata.

Sabato Casertano Azienda Tenuta Fontana


29 Luglio, Il Sabato casertano all’azienda Santoro con Vitica

SantoroVitica

Consorzio Tutela Vini di Caserta VITICA

In collaborazione con Ais Campania Delegazione di Caserta

Presentano il :

“Sabato Casertano”

Azienda Santoro

In

Via Orazio 22, Falciano del Massico (CE)

29 Luglio 2023 ore 17:30

Costo Euro 30,00

Per info e prenotazioni al seguente link:

https://www.vitica.it/news-eventi/eventi/il-sabato-casertano-i-edizione-188/biglietti.html

Inizieremo la visita in cantina con la presentazione dell'azienda accompagnati da Michele Santoro. Seguirà un piccolo tour ai vigneti di famiglia, dove avremo modo di conoscere la storia del territorio del Massico e della denominazione Falerno del Massico DOC. Al rientro degusteremo tre vini dell’azienda accompagnati dalla Degustatrice Ufficiale AIS Virginia Paribello, con cenni sull’abbinamento cibo-vino con prodotti tipici locali presso RistoPizzeria Del Massico, fratelli dell’Ova.

La Cantina Santoro nasce nel 2003, azienda agricola e vitivinicola a conduzione familiare che si estende per circa cinque ettari alle pendici del Monte Massico nel cuore dell’antico Ager Falernus. Pasquale Santoro, con l’aiuto del figlio Michele, gestiscono i vigneti di famiglia, tra cui un vigneto ultracentenario a piede franco in località Orazio, situato nel cuore della DOC Falerno.

Vini e piatti in degustazione:

➡ Elios, vino bianco, in abbinamento alla pizza con pomodorini gialli e rossi, mozzarella di Bufala e zest di limone;

➡ Casavaratta 2021, Falerno del Massico Primitivo, in abbinamento ad uno spiedino di formaggi e salsiccia del territorio;

➡ Orazio 2019, Falerno del Massico Primitivo Riserva, in abbinamento ad una zuppa di fagioli, porcini e castagne con crostini;

Di seguito il programma della giornata:

Ore 17,30: Appuntamento in azienda, accoglienza e visita in cantina. Seguirà visita ai vigneti aziendali.

Ore 19,00: Seminario e degustazione di tre vini dell’azienda accompagnati da una selezione di piatti tipici del territorio.

SantoroVitica


Sabato Casertano 22 Luglio 2023 Azienda Sclavia, Liberi (CE)

sclavia

Consorzio Tutela Vini di Caserta VITICA

In collaborazione con AIS Campania Delegazione di Caserta

“Sabato Casertano”  

Azienda Sclavia

 Via Case Sparse snc, Liberi (CE)

22 Luglio 2023 ore 10:00

Costo Euro 35,00

Per info e prenotazioni al seguente link:

https://www.vitica.it/news-eventi/eventi/il-sabato-casertano-i-edizione-188/biglietti.html

L’itinerario prevede un’escursione sull’altopiano dei monti Trebulani dove allignano incontrastati due vitigni millenari: il Pallagrello e il Casavecchia.

Una passeggiata tra le vigne di Pontelatone e a seguire la visita alla cantina dall’architettura contemporanea ci racconteranno di un progetto nato nel 2003, oggi espressione di un perfetto connubio tra vino e terra. Il percorso si concluderà con un seminario sui territori delle IGT Terre del Volturno e DOC Casavecchia di Pontelatone con degustazione di tre vini con cenni sull’abbinamento cibo vino a cura della Degustatrice Ufficiale AIS Caserta Maria Rosaria Grimaldi. Un light lunch accompagnerà il momento degustativo.

In riferimento all’azienda Sclavia

Con il suo logo Sclavia rende omaggio all’antico nome dell’attuale borgo rurale di Liberi. La sua storia prende avvio con l’acquisto di terreni situati a circa 500 metri sul livello del mare nell’entroterra dei Monti Trebulani ad opera delle famiglie Ferrara, Granito e Mormile. Oggi sono 14 gli ettari in produzione con i vitigni autoctoni delle Terre del Volturno, Pallagrello, Casavecchia ed una piccola porzione di Fiano. La struttura moderna della cantina con due cuori e un’anima segna il punto di incontro tra l’architettura e il vino.

Di seguito il programma della giornata:

Ore 10:00: Accoglienza in azienda a Liberi, visita alle vigne di Pontelatone e alla cantina

Ore 11:30: Seminario sulle IGT Terre del Volturno e DOC Casavecchia di Pontelatone con degustazione guidata e cenni sulla tecnica di abbinamento cibo-vino

Ore 13:00: “Light Lunch”

-Pizza ai pomodorini con abbinamento IGP Terre del Volturno Casavecchia, Rosato, Scirocco 2022

-Pasta alla Nerano con abbinamento IGP Terre del Volturno, Pallagrello Bianco, Calù 2022

-Tagliere di salumi e formaggi con abbinamento IGP Terre del Volturno, Pallagrello Nero, Lucia a Monticelli 2019

sclavia


Sabato Casertano Villa Matilde

Casertano Villa Matilde

#SabatoCasertano

Il dodicesimo appuntamento del fantastico tour “Sabato Casertano” sarà il 15 Luglio presso la Cantina Villa Matilde Avallone a Cellole (CE).
Saremo accolti in azienda al calar del sole, quando il cielo sembra un dipinto di un meraviglioso artista, per recarci in visita alle vigne site tra il mare e il vulcano spento di Roccamonfina. In struttura visiteremo la cantina e la bottaia immersi nei racconti della storia dell’azienda, un progetto partito negli anni ‘60.
A seguire il seminario storico archeologico sulla nascita del vino più antico al modo: il Falerno. Degusteremo Quattro vini dell’azienda con cenni sull’abbinamento cibo vino a cura del Degustatore Ufficiale AIS Caserta Carlo Sarrantonio. Ad accompagnare la degustazione ci sarà la cena “Nella storia” dello Chef di Villa Matilde Avallone.
Un accenno su Villa Matilde Avallone:
La storia di Villa Matilde Avallone comincia con il suo fondatole l’Avvocato Francesco Paolo Avallone, appassionato e cultore dei vini antichi, dopo anni di studio, individuò le viti che avevano dato vita al Falerno in epoca romana: pochi ceppi sopravvissuti miracolosamente alla devastazione della filossera vennero ripiantati, con l’aiuto di pochi contadini locali, proprio nel territorio del Massico dove un tempo erano prosperati e fondò Villa Matilde Avallone. Oggi l’azienda è guidata dai figli di Francesco Paolo, Maria Ida e Salvatore Avallone che con dedizione esclusiva proseguono il sogno e il progetto del padre raccogliendone l’importante eredità.
Di seguito il programma della giornata:
Ore 18:30:
Arrivo a Villa Matilde. Brindisi di benvenuto in piazza Falerno con Baia spumante di Falanghina e dry snacks. Visita alle vigne ed alle cantine.
Ore 19:30:
Seminario sul territorio e la Doc Falerno del Massico con cenni sulla tecnica dell’abbinamento cibo-vino.
Ore 20:30:
Cena “Nella storia”
-Pacchero alla Nerano con abbinamento Falerno del Massico Bianco Doc Collecastrese 2021
-Pancia di maiale casertano cotta a bassa temperatura, mela annurca e patate alle erbette con abbinamento Falerno del Massico Rosso Doc Collecastrese 2019
-Cheesecake con ricotta di bufala e albicocca pellecchiella con abbinamento Eleusi 2011 Falanghina Roccamonfina IGP Passito
Per info e prenotazioni al seguente link:
Casertano Villa Matilde

Vinili di Vini

vinilli_top

Torna  l’appuntamento con Castel Campagnano che apre le porte alla rinomata rassegna vitivinicola giunta alla V edizione,

“Vinili di Vini”

…dentro le notti che dal vino son bagnate. L’evento, promosso e organizzato da Caffè Bukowski e Ais Caserta vede come protagonista indiscusso: il vino.
Ci saranno tre master class di presentazioni dei vini delle cantine presenti che si terranno
venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 luglio alle ore 19:00.

Per info e prenotazioni 340 39 63 903.
Vi aspettiamo!
Vinili di Vini_1
Vinili di Vini_2
Vinili di Vini_3

Sabato Casertano Regina Viarum

Regina Viarum

#SabatoCasertano

Siamo giunti all’undicesimo appuntamento del tour “Sabato Casertano” che sarà il giorno 8 luglio presso l’azienda Regina Viarum a Falciano del Massico (CE).
L’accoglienza sarà in azienda al calar del sole e appena il gruppo sarà compatto ci sposteremo con le auto verso i vicini vigneti per ammirare le varietà coltivate.
Passeggeremo accompagnati dai racconti e dalla storia dell'azienda scoprendo la filosofia di approccio alla viticoltura, in uno dei territori storicamente più importante.
Finita la visita in vigna, ritorneremo in azienda, dove ci verranno mostrati gli ambienti destinati alla vinificazione e alla conservazione dei  vini.
Seguirà poi un seminario sul territorio e sui vini della DOC Falerno del Massico guidata dal Degustatore Ufficiale AIS Carmine Madonna. Accompagneranno la degustazione dei vini i prodotti tipici locali con un focus produttivo e degustativo dell' olio prodotto in azienda.
Un accenno alla Cantina Regina Viarum:
L’azienda si trova alle pendici del Monte Massico, tra il Vulcano spento di Roccamonfina e il Litorale Domitio. Qui in località “Barone”, a Falciano del Massico, prendono forma i vigneti e la cantina storica di Regina Viarum.Tutto inizia nel 1936, quando il capostipite della famiglia, Michele Maddalena, vignaiolo a tempo pieno, coltivava con dedizione e tenacia i vigneti di famiglia posti alle pendici del Monte Massico, da cui otteneva il suo amato Falerno da primitivo. La nuova Cantina nasce con l’intento di valorizzare i vecchi vigneti. La presentazione della Cantina coincide con l’uscita del primo FALERNO DEL MASSICO DOC Primitivo vendemmia 2003. Oggi alla quarta generazione.
Di seguito il programma della giornata:
Ore 17,30: Appuntamento in azienda, accoglienza e passeggiata in vigna.
Ore 19,00: Visita della cantina e sala di vinificazione.  Seminario e degustazione di quattro vini e olio accompagnati da una selezione di  prodotti tipici del territorio.
Di seguito il link per info e prenotazioni:
Regina Viarum

 


Bufala & Wine in Love

Bufala & Wine

 

Bufala & Wine in Love
II Edizione – 12 Luglio 2023
30 euro/persona
In questa seconda edizione proponiamo una serata unica rivolta a tutti i “mozzarella-lovers” che vogliono imparare a distinguere e gustare al meglio l’autentica Mozzarella di Bufala Campana DOP, proponendo interessanti abbinamenti con le principali eccellenze del panorama vinicolo nazionale.
DESTINATARI: Consumatori, appassionati, studenti, comunicatori
CORPO DOCENTE: Pietro Iadicicco Delegato AIS – Associazione Italiana Sommelier- Campania, Caserta; Maria Sarnataro Consigliere e Vicepresidente Nazionale ONAF – Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggi
CONTENUTI DIDATTICI:
4 tipologie di vini, 3 di mbc dop
Approccio alla tecnica della degustazione e di Abbinamento cibo vino, che cos'è la mozzarella, come si degusta la mozzarella, come si abbina la mozzarella e per concludere una degustazione di 3 tipi di mozzarelle e 4 tipologie di vini.
 I 4 Vini:
- Franciacorta Docg
-Igt terre del Volturno Asprinio da alberata
-Igt Calabria Ansonica
-Igt Vigneti delle Dolomiti Schiava
LUOGO DI SVOLGIMENTO:
Sede principale di MBC Service srl – Via R. Gasparri n.1, Regie Cavallerizze, Caserta.
DURATA: dalle 15.00 alle 18.00
ISCRIZIONI: MIN 10, MAX 20 ALLIEVI; PRENOTAZIONI FINO AD ESAURIMENTO POSTI.
Per ulteriori informazioni: formazione@mozzarelladop.it
Oppure telefona al 333 2638900
Bufala & Wine

Il Sabato Casertano I Borboni

Il Sabato Casertano I Borboni

Eccoci giunti alla 8va tappa del tour “ il sabato casertano”.

Questa volta Si torna in terra aversana e, più precisamente, a Lusciano, per approcciare alla storia della cantina ‘I Borboni’, produttori centenari del famigerato vitigno Asprinio.
L’appuntamento è alle 10:00 in cantina, ove, riunito il gruppo, partitemo per la visita della  famosa Vite maritata al pioppo - più popolarmente conosciuta come “Alberata Aversana” - avendo modo di conoscerne ed approfondirne la storia, il territorio e la particolarità del vitigno stesso, così irto e maestoso, che si erge sino a circa 15 metri di altezza, nonché delle sue complesse tecniche di vendemmia.
Di seguito, Rientrati in cantina, nel centro storico del paese, questa volta scenderemo a circa 15 mt di profondità, per visitare le storiche grotte di tufo, scavate a mano sotto le dimore padronali e ripercorrere il processo produttivo dell’Asprinio, in un ambiente che è particolarmente adatto alla sua conservazione, essendo in grado di assicurarne la giusta umidità, l’assenza di luce e la temperatura costante nell'arco dell'anno.
Il recupero e la tradizionale vinificazione in grotta è stato fortemente voluto dalla famiglia Numeroso, per preservare e tutelare la tradizionalità e la territorialità del prodotto Asprinio.
Infine, risaliremo nuovamente, sino all’ultimo piano della tenuta, ove si trova la sala degustazione e dove avrà luogo un breve seminario di approccio alla degustazione - guidato dal Degustatore Ufficiale AIS Caserta Arnaldo Librera - che vi fornirà gli strumenti-base della tecnica di degustazione, guidandovi nell’abbinamento con prodotti tipici territoriali.
Segue il programma della giornata:
10:00: appuntamento in cantina - partenza per la visita al vigneto di Vite Maritata
11:30: rientro in azienda e visita alle grotte di tufo
12:45: mini seminario di approccio alla degustazione con abbinamento a piatti territoriali
Di seguito il link per info e prenotazioni:
Il Sabato Casertano I Borboni

Intrecci gran Galà

Intrecci gran Galà

SAVE THE DATE

 MARTEDÌ 13 GIUGNO ci sarà “ Intrecci, gran gala’ “, la nostra consueta festa di fine anno.
⭐️ Sarà un occasione per fermarsi un attimo e, con un calice in mano, riepilogare tutte le tappe dell’anno formativo, ma soprattutto, presentare i progetti che prenderanno forma nei prossimi mesi.
 Un piccolo momento Ais in cui condividere con tutti il percorso dell’associazione e consegnare i diplomi ai neo sommelier 2023, a cui faremo gli auguri per un nuovo inizio.
La serata sarà accompagnata dalle degustazioni di pizza di Simone de Gregorio del Ristorante La bolla e tanti grandi vini in Abbinamento scelti da Ais.
➡️A CHE ORA? 20.00
DOVE ? Ristorante ‘ La Bolla’, in Via Archivio 24 (una traversa di via Acquaviva).
ℹ️ Il contributo di partecipazione è di €40,00 euro a persona. Per prenotare basterà effettuare un bonifico intestato all’ Ais Campania al seguente IBAN: IT 41 Z 05387 40260 000002464227 e indicare nella causale il nome cognome dei partecipanti.
 Successivamente sarà necessario inviare una mail a info@aiscampania.it, contenente la ricevuta del bonifico e l’indicazione dei nomi dei partecipanti.
A martedì!
Intrecci gran Galà

Sabato Casertano Papa

Sabato Casertano Papa

#SabatoCasertano

Il settimo appuntamento del fantastico tour Sabato Casertano sarà il 3 giugno presso la Cantina Gennaro Papa a Falciano del Massico (CE).
Inizieremo con la visita in cantina e la presentazione dell'azienda, un progetto partito alla fine degli anni ‘90. seguirà poi , come prima tappa , un piccolo tour  alle storiche grotte di tufo nel cuore del paese ed una suggestiva passeggiata sulle vigne del Monte Massico, situate a 300 mt s.l.m dove si avrà modo di conoscere la storia del territorio.  Al rientro seguirà il seminario storico archeologico sulla nascita del Falerno e la degustazione di tre vini della denominazione “Falerno del Massico DOC “ arricchito con cenni sull’abbinamento cibo vino a cura della Degustatrice Ufficiale AIS Caserta Giuliana Biscardi. Ad accompagnare la degustazione avremo una selezione delle famose pizze nel padellino.

Un accenno alla Cantina Gennaro Papa:
L’azienda Papa , in attività sin dagli inizi del 1900 , vede la propria svolta con la gestione di Antonio, il figlio di Gennaro. Antonio si concentra sulla valorizzazione dell’autoctono , la ricerca e lo studio dei vitigni centenari e  riesce a dare un’importante slancio produttivo all’azienda concentrandosi sull’espressione e l’identità territoriale e ridando lustro al vitigno più antico del luogo: il primitivo.
Di seguito il programma della giornata:
Ore 9:30: Appuntamento in azienda, accoglienza, visita della cantina e alle grotte in tufo, passeggiata in vigna.
Ore 12:00: Seminario e degustazione di tre vini accompagnati dall’assaggio di pizze cotte nel padellino.
Per info e prenotazioni al seguente link:
Sabato Casertano Papa

Sabato Casertano La Masserie

 

Sabato Casertano La Masserie

#SabatoCasertano

Il sesto appuntamento del fantastico tour Sabato Casertano sarà il 27 maggio presso l’azienda La Masserie a Bellona (CE).
La giornata inizierà con una passeggiata tra i vigneti accompagnata dal racconto sulla storia della famiglia Carusone da sempre legata all’arte della viticoltura in un territorio storicamente votato alla produzione di vino e delle varietà coltivate: Pallagrello nero, Pallagrello bianco e Casavecchia. La visita continuerà in sala vinificazione, realizzata da una vecchia stalla, e all’antica grotta scavata nel tufo dove sono conservati i vini.
Seguirà il seminario sul territorio dell'alto casertano con focus sulla Igt Terre del Volturno ed approccio alla tecnica di degustazione con i vini rappresentativi dell’azienda guidata dalla Degustatrice Ufficiale AIS Caserta Lucrezia Bizzarro.
Ma chi è l’azienda La Masserie?
Giunta alla terza generazione l’azienda è sempre stata dedita alla coltivazione di vari prodotti agricoli ed all’allevamento di animali di piccola taglia. Il nome deriva da ‘Masseria Vecchia’, luogo in cui è ubicata, a testimonianza della sua storia. Il contrasto tra antico e moderno, innovazione e tradizione e l’attenzione per i dettagli come l’utilizzo di veri quadri d’autore realizzati dall’artista napoletano Bruno Donzelli per le etichette dei vini rappresentano il valore distintivo e di qualità dell’azienda.
Il programma della giornata sarà:
Ore 10:30: Appuntamento in azienda, accoglienza, passeggiata nei vigneti e visita della cantina.
Ore 12:00: Seminario e degustazione di quattro vini accompagnati dall’assaggio di prodotti selezionati del territorio.
Per info e prenotazioni al seguente link:
Sabato Casertano La Masserie

29 Maggio, Cena di Gala con consegna dei premi “Testimoni del Territorio” Chef Enrico Crippa ***

Testimoni del Territorio

 

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER CAMPANIA

Cena di Gala con consegna dei premi “Testimoni del Territorio”

Chef Enrico Crippa ***

29 Maggio ore 20

Marotta Ristorante, Via Marrochelle, 52, Squille (Ce)

Dress Code Elegante 

Quando si inizia un percorso si ha la voglia di scoprire tutto ciò che quel cammino può offrirti, senza sapere bene dove ti porterà.

Giorno per giorno il viaggio si arricchisce di tappe, persone, esperienze, e inizia a prendere forma una visione.

Da quella visione si materializza una meta.

Tra questi due tempi diventa necessario un momento di riflessione.

Per guardare indietro e ricordare cosa è stato fatto, ma soprattutto per fare delle promesse per il futuro: per questo abbiamo pensato di istituire il premio “Testimoni del Territorio”, una simbolica onorificenza che AIS Campania assegna a quelle persone che nelle singole realtà provinciali hanno reso possibile una “visione” diversa per il nostro territorio.

Partiamo da Caserta per lanciare questo progetto itinerante che vuole mettere in luce e raccontare le storie di quei personaggi che con il loro impegno quotidiano contribuiscono, spesso in maniera silente, a raggiungere un traguardo per il proprio territorio.

Scopriremo i premi di quest’anno nel corso di una fantastica cena di gala, illuminata da uno chef pluristellato che, con il suo prezioso lavoro, ha già vinto la sfida di valorizzare uno dei territori più belli di Italia: chef Enrico Crippa, patron del Ristorante Piazza Duomo ad Alba, Tre Stelle Michelin.

Una cena ideata per noi che si svolgerà a Squille al Ristorante Marotta dello chef Domenico Marotta: che tra le sue tante tappe di formazione, in Italia e all’estero, ha avuto il piacere di collaborare con chef Crippa, e dopo tanti anni di “gavetta” ha deciso di tornare a casa.

Il nostro è un territorio difficile, da cui è più facile scegliere di andare via per non rientrare piuttosto che partire per arricchirsi, e tornare per condividerlo; Domenico ha fatto esattamente questo, e oggi è il riferimento, ma anche la speranza, di giovani chef casertani e di tanti piccoli produttori che hanno trovato con lui una collocazione di qualità.

Come Associazione Italiana Sommelier Campania possiamo dire con orgoglio che stiamo lavorando per essere ingranaggio, e ove possibile centro propulsore, della rivoluzione territoriale che sta avvenendo.

Ci piacerebbe poter suggerire a tanti ragazzi che fare bene a Caserta si può, e per farlo abbiamo coinvolto bravissimi professionisti di questa provincia -che sveleremo durante la cena di gala- che con la loro affermazione professionale hanno portato Caserta nel mondo.

Stay Tuned! #testimonidelterritorio

L’evento avrà inizio alle ore 20.00, presso il Marotta Ristorante alla via Marrochelle 52, località Squille, Castel Campagnano (CE).

Prenotazioni per la cena di gala Chef Crippa Tre stelle Michelin con vini della Campania in abbinamento:

Dati IBAN: IT 41 Z 05387 40260 000002464227

200 euro soci AIS in regola con la quota 2023

250 Euro Non soci

Mail con ricevuta bonifico e nominativo partecipante Info@aiscampania.it

Programma della serata:

Aperitivo con la presentazione dei vini di Caserta

Premiazione “Testimoni del Territorio”

Cena di Gala con Menù a cura dello chef Enrico Crippa.

Canapè  e piccola pasticceria a cura dello chef Domenico Marotta.

Menù

Canapè

Gambero e Ciliegia

Crudo di gamberi viola, conditi con una polvere di shiso rosso e olio al dragoncello e gazpacho di pomodoro.

Merluzzo e Zenzero

Merluzzo cotto poché adagiato su una base di cipollotto stufato, una sfoglia di cipolla e una salsa ottenuta dagli scarti del merluzzo profumata allo zenzero.

Riso Rooibos

Risotto con piccole fette di pancetta coppata e riduzione di china calissaia, polvere di rooibos e arancia.

Agnello e Camomilla

Sella d’agnello cotta arrosto, con un gel di camomilla, crema di latte di capra, camomilla in polvere.

Panna Cotta Matisse

Panna cotta profumata alla vaniglia, con sfoglie di frutta e verdura accompagnata da sorbetto al sambuco.

Piccola pasticceria

Vini in abbinamento

Radice Etrusca Pas Dosè Vitematta 2019

Venature 60 mesi Pas Dosè Corte dei Roberto 2016

Vigna del Vulcano Lacryma Christi Vesuvio DOC Bianco Villa Dora 2008

Cupo Greco di Tufo DOCG Pietracupa 2013

15 anni Taurasi Riserva DOCG Perillo 2005

Eleusi Falanghina Passito IGP Roccamonfina Villa Matilde 2009
Testimoni del Territorio

Sabato Casertano

Sabato Casertano il verro

#SabatoCasertano

Il quinto appuntamento del fantastico tour Sabato Casertano sarà il 20 maggio presso l’Azienda Vitivinicola Il Verro a Formicola (CE).
L’esperienza inizierà con una passeggiata tra i vigneti accompagnata dal racconto della storia del territorio, un’area storicamente votata alla produzione di vino, e delle varietà coltivate. Immersi nel verde delle vigne di pallagrello bianco e rosso, casavecchia e l’antico vitigno coda di pecora sarà più facile accertarsi del benessere delle piante e vedere applicate le regole della viticoltura biologica. Lo stretto legame tra teconologia, qualità e biologico, sarà oggetto di approfondimento e confronto.
Seguirà il seminario sul territorio dell' alto casertano con focus sulla Igt Terre del Volturno ed approccio alla tecnica di degustazione di cinque vini rappresentativi dell’azienda guidata dalla Degustatrice Ufficiale AIS Caserta Lucia  Immacolata Migliaccio.
Ma chi è l’Azienda Vitivinicola Il Verro?
Dal 2003, anno della sua fondazione, la cantina ha creduto, con costanza, nell’enorme patrimonio di questo luogo, alle pendici del Monte Maggiore, e nei suoi vigneti autoctoni. Profonda conoscenza, valorizzazione del luogo e ricerca scientifica sono infatti i capisaldi della famiglia Avenia che con passione e dedizione prosegue l’opera di interpretazione e esaltazione del territorio con una continua attenzione alla sostenibilità e all’innovazione.
Il programma della giornata sarà:
Ore 10:30: Appuntamento in azienda, accoglienza, passeggiata nei vigneti e visita della cantina.
Ore 12:00: Seminario e degustazione di cinque vini  accompagnata da un tagliere di prodotti selezionati del territorio.
Sabato Casertano il verro

Frascati Seminario a cura di Armando Castagno

Frascati locandina

L’AIS Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Caserta
in collaborazione con L’Enoteca La Botte

presenta:
Frascati Superiore Riserva Luna Mater: le radici e le ali

Un frammento di affresco dell’epoca di Servio Tullio, sesto re di Roma nel VI secolo avanti Cristo, raffigura due caproni che battagliano sotto un tralcio stracarico di frutti della vite; si conserva in Piemonte, ma viene dal territorio di Frascati. Sono passati, dalla sua esecuzione, ventisei secoli; e la viticoltura e il vino dei Castelli Romani, il gruppo di paesi affacciati su Roma dalle pendici dell’enorme Vulcano Laziale, hanno per tutto questo tempo costituito parte integrante della cultura e dell’immaginario di Roma, in ogni epoca.

Puravendo spesso ricevuto nella poesia, nella letteratura, nel folklore (e persino nel cinema!) connotati popolareschi e ruvidamente vernacolari, il vino dei “Castelli” trae origine da un terroir di valore e finezza sensazionali, articolazione sorprendente e bellezza mozzafiato. Un terroir che in questo seminario abbiamo intenzione di raccontare e illustrare, sia nella teoria che, ovviamente, nella pratica.
A condurre il seminario saranno in due: Armando Castagno, critico enoico, docente e scrittore, autoctono romano, è ben noto al pubblico di AIS Campania per aver tenuto da noi già diversi eventi in passato: gli sarà a fianco Mauro Merz, il direttore generale di Fontana Candida, azienda nel cui imponente quadro produttivo si rinviene esattamente ciò che cercavamo ai nostri scopi didattici: una perla autentica come il Frascati Superiore Riserva “Luna Mater”, ossia il Frascati della più vera tradizione, aggiornato alle esigenze moderne di nitore, precisione, carattere e – come accerteremo – clamorosa longevità.
Il vino: Primus inter pares tra le denominazioni castellane, il Frascati vanta come accennato una storia di profondità abissale. Tra le prime DOC italiane a essere concesse, esso va oggi recuperando qualità diffusa e precisa identità. Questo, soprattutto grazie a un manipolo di giovani produttori consci di essere, come si dice, “seduti su un tesoro”, e a un ristretto numero di aziende più strutturate che assecondano la naturale vocazione di luoghi magnifici e il talento delle uve autoctone, la più importante delle quali è la semiaromatica Malvasia Puntinata. Il Frascati Superiore Luna Mater è un indiscusso portabandiera di questa nuova, ammirevole istanza, e ha già una sua piccola storicità, che indagheremo a fondo.
Il territorio: il Frascati è prodotto nelle zone collinari di un areale di 8.300 ettari, che abbraccia tre comuni per intero (Frascati, Grottaferrata e Monteporzio Catone) e due in piccola parte, ossia Montecòmpatri e persino Roma, il cui estremo “tentacolo” sud-orientale di territorio si trova sulle prime pendici di uno dei più vasti vulcani d’Europa. E se l’altitudine dei vari vigneti è decisamente variabile, spaziando dai 75-80 fino a oltre 500 metri sul livello del mare, molti altri fattori entro l’areale – piovosità, ventilazione, temperature,
matrice geologica, esposizioni - sono sorprendentemente omogenei.
La memoria: per una volta, più che la memoria di singoli personaggi, scandaglieremo l’anima rurale di una comunità intera. Il Frascati, infatti, è bianco letterario, proverbiale, con una vicenda identitaria e commerciale straricca di aneddoti e leggende, ma anche – contrariamente a ciò che comunemente si pensa, anche in zona – una divisione del territorio in “cru” che ha radici profonde nella locale cultura contadina. Nomi di parcelle e lotti, vigneti recintati e microzone che emergeranno dalle nebbie della storia nel corso dell’esposizione di questo seminario, senza avere praticamente mai avuto accesso alle pagine di manuali o libri. Una scoperta dietro l’altra, inquadreremo quel che il Frascati era ieri e può tornare ad essere domani: uno dei terroir più originali e qualitativi dell’intero Centro Italia.

● L’espressione del Frascati Superiore Luna Mater sarà degustato in una verticale di 8 Annate

Venerdi 19 Maggio 2023 Ore 20.00
Enoteca la Botte
Via Nazionale Appia, 168
Casagiove (CE)
Contributo di partecipazione pari a €50,00 per i soci Ais in regola con la quota associativa 2023, e di € 70,00
per i non soci Ais,da
versare a mezzo bonifico bancario intestato a AIS Campania, con causale: Evento Frascati + Nominativo
partecipante.
IBAN: IT41Z0538740260000002464227
Per perfezionare la prenotazione sarà necessario inviare la ricevuta del bonifico effettuato al seguente
indirizzo mail con
indicazione di nome e cognome del prenotato:
info@aiscampania.it

Frascati locandina


Sabato Casertano Terra Felix

Sabato Casertano Terra Felix

#SabatoCasertano

Il quarto appuntamento del fantastico tour sabato Casertano sarà il 13 Maggio presso la Cooperativa Sociale Terra Felix.
Visiteremo il campo Terra Felix presente a Teverolaccio Rural Hub, avendo modo di approfondire con loro i progetti di AGROFOOD, agricoltura sociale, di EDUTAINMENT, educazione a nuovi modelli di sviluppo locale, di Economia Circolare e di Horticultura.
Seguirà poi un seminario sul territorio e sui vini della DOC Aversa guidata dalla Degustatrice Ufficiale AIS Caserta Virginia Paribello con degustazione finale di tre vini della cooperativa.
La Cooperativa Sociale Terra Felix nasce nel 2012 come spin off di Legambiente all’interno del progetto Ecomuseo terra felix, finalizzato al recupero ed alla rigenerazione del Casale di Teverolaccio, una masseria del 1600 presente nel territorio di Succivo (CE). Partendo da questo progetto di valorizzazione e riuso del casale con finalità culturali e sociali, la Cooperativa Terra Felix ha attivato diversi filoni di attività, tutte imperniate sul legame tra riscatto del territorio, coesione sociale, sviluppo economico, valorizzazione dell’ambiente, difesa della legalità.
Vi Aspettiamo:
Ore 10:30 Appuntamento, accoglienza e visita in campo a Teverolaccio Rural Hub, centro di innovazione agricola e sociale al Casale di Teverolaccio.
Ore 12:00 Seminario DOC Aversa e Degustazione dei vini aziendali Guisa 2021, Feronia 2021 e Hespera 2021. Seguirà agriaperitivo con ortaggi e prodotti del campo Terra Felix, da ciclo produttivo a zero emissioni.
Sabato Casertano Terra Felix

Sabato Casertano Vitis Aurunca 6 maggio

Vitis Aurunca

 

#SabatoCasertano
Il terzo appuntamento dello spettacolare tour sabato Casertano sarà il 6 Maggio con l’azienda agricola Vitis Aurunca. L’azienda ha organizzato un tour volto alla conoscenza dell’Ager Falernus, zona di produzione del vino più antico al mondo: il Falerno Del Massico.
Visiteremo la vigna accanto al centro aziendale, una passeggiata tra le viti di Primitivo, frutteti e uliveti, per poi spostarci in cantina dove avremo modo di apprendere il processo produttivo del Falerno.
Seguirà poi un seminario sul territorio e sui vini della DOC Falerno del Massico guidata dal Degustatore Ufficiale AIS Antimo Ventrone.
Un focus particolare sarà dedicato alla produzione dell’olio e del miele prodotto in azienda con una lezione sulla degustazione dell’olio extra vergine di oliva DOP Terre Aurunche.
Ma chi è l’azienda agricola Vitis Aurunca? L' azienda nasce dalla passione di un gruppo di agronomi/agricoltori per la riscoperta delle peculiarità che resero celebri fin dall’antichità tutto il territorio del Massico attraverso la coltivazione di antiche varietà. Il tutto nel pieno rispetto dei valori aziendali, dell’ ambiente, delle persone e di ciò che ci circonda.
Oltre alla produzione di uva da vino, l’azienda Vitis Aurunca produce olio e olive DOP Terre Aurunche, frutta, agrumi, mandorle e orticole a Cellole e San Tammaro.
Il programma della giornata sarà:
ORE 10:30: Appuntamento in Azienda, accoglienza e visita in vigna
ORE 11:30 – 13:00: Degustazione e seminario.
Vitis Aurunca

Taurasi

Taurasi

#Taurasi

Il 04 Maggio 2023
L’Enoteca il Vino,
Il Menalino e l’Ais Caserta
Presentano:
TAURASI
Degustazione di annate storiche e orizzontale della Cantina Mastroberardino con Piero Mastroberardino
e il seminario sul Taurasi a cura della vice delegata Ais Caserta Giuliana Biscardi.

In Degustazione :
-Taurasi Historia 2016
-Taurasi Stilema 2016
-Taurasi Radici riserva 2016
-Taurasi Radici riserva 1998
-Taurasi Radici riserva 1981
Abbinamento Cibo-Vino
-Suppli alla genovese
-Agnolotti provola e melanzane su salsa al Corbarino
-Maialino lardiato con friarielli e provola
-Greco Stilema 2018
-Taurasi Radici 2018
-Polacca aversana
-Fiano passito Melizie
Posti Limitati
Prenotazione obbligatoria
Info e recapiti
393 7836870
Costo € 65,00
Luogo Il Menalino Aversa
Quando Giovedi 04 Maggio 2023 ore 20:00
Taurasi

Corso di avvicinamento al vino Teano

avvicinamento al vino Teano

#corsodiavvicinamentoalvino

I Cacciagalli, in collaborazione con AIS Campania delegazione Caserta, organizza il primo corso di avvicinamento al vino a Teano, pensato per gli appassionati e coloro che desiderano approcciarsi a questo affascinante mondo con un metodo professionale e un approccio semplice e diretto. 
:
Il corso sarà tenuto dai relatori dell'Associazione Italiana Sommelier.
Cinque appuntamenti dinamici, in un contesto conviviale ed accogliente, organizzati in una prima parte teorica seguita da una degustazione guidata di tre vini significativi, in funzione dei temi trattati.
:
250€ compresa la cena didattica di fine corso
:
- 5 lezioni di due ore ciascuna, per un totale di 10 ore di insegnamento
- degustazione di 3 vini ad ogni lezione
- attestato finale di partecipazione

PROGRAMMA E DATE DEGLI INCONTRI:

- Martedì 9 maggio ore 19,30

La lunga strada tra uva e vino

- Martedì 16 maggio ore 19,30

La tecnica della degustazione

- Martedi 23 maggio ore 19,30

I vini del Nord

- Martedì 30 maggio ore 19,30

I vini del Sud

- Martedì 6 Giugno ore 19,30

Cena didattica con abbinamento cibo vino e consegna diplomi.

:
I Cacciagalli Wine Resort Sp 91 Teano (CE)
' :
Per iscriversi bisogna versare un importo pari al 30% del costo del corso.
:
+39 0823 875216
+39 379 262 5129
avvicinamento al vino Teano

Sabato Casertano Vitematta

Sabato Casertano Vitematta_1

#SabatoCasertano

 Il Primo appuntamento dello spettacolare tour sabato Casertano sarà il 22 aprile con la cantina Vitematta.
La cantina ha organizzato uno speciale tour  improntato sulla conoscenza del territorio. La prima tappa sarà la
visita al Real Sito Di Carditello, struttura  borbonica recentemente ristrutturata, in questo sito  ha avuto origine l’asprinio e la mozzarella.
Nella seconda tappa  andremo a visitare le alberate di asprinio per poi ritrovarci al ristorante NCO per il seminario sull’asprinio di Aversa Doc, guidato dal Degustatore Ufficiale Ais Ettore Fierarossa, la degustazione dei vini e la lezione sull’abbinamento cibo vino con pranzo.
Ma chi sono la cantina vitematta e il ristorante NCO?
La cantina Vitematta è una cantina sita al centro di Casal di Principe. I loro vini vengono prodotti  da uve coltivate su terreni confiscati alla criminalità organizzata. Ed è proprio su questi terreni che la Cooperativa Eureka ha dato vita al centro di agricoltura sociale “Antonio  Di Bona”, agricoltore di Casal di Principe, vittima di camorra.
Il ristorante NCO “nuova cucina organizzata”, recentemente visitato dal Presidente Sergio Mattarella perché punto focale della rivincita sulle mafie, fa parte sempre del progetto di riqualificazione dei beni confiscati alla camorra.
Un programma ricchissimo tra le bellezze e le eccellenze del nostro territorio
Il programma della giornata sarà:
Ore 10.00 – Appuntamento al Real sito di Carditello visita guidata della struttura borbonica
Ore 11.00– Visita in vigna con Alberata Aversana
Ore 12:30 Seminario su aversa Doc Asprinio degustazione pranzo con lezione sull’ abbinamento cibo/vino.
Per info e prenotazioni al seguente link:
Sabato Casertano Vitematta_1

Terra di Lavoro Wines

Terra di Lavoro Wines

#TerraDiLavoroWines
🗓️18 & 19 Marzo
📍Belvedere di San Leucio, Caserta.
➡️La manifestazione per conoscere tutti i vini casertani.
📣 Siete tutti invitati a partecipare gratuitamente alla manifestazione, con ingresso libero per tutto il weekend.
🍷 Durante la manifestazione si terranno due masterclass al giorno, alle ore 15.00 e alle ore 18.00,
a cui si potrà partecipare esclusivamente su prenotazione e pagando un ticket di partecipazione.
Per il programma completo e le prenotazioni:

Terra di Lavoro Wines

Il Brunello Nel Tempo

Il Brunello Nel Tempo

L’enoteca “Il Vino”, con il ristorante “Il Menalino”e l’ Ais di Caserta, presentano:

“Il BRUNELLO NEL TEMPO”.
Un seminario sul Brunello di Montalcino, guidato da Mariarosaria Grimaldi, degustatrice ufficiale e relatrice Ais.
In Degustazione il Brunello e la sua curva del tempo:
- Brunello di Montalcino 1994 “Castello Romitorio”.
- Brunello di Montalcino 1996 “Pian delle Vigne”, Antinori.
- Brunello di Montalcino 1997 “Sel. Vendita al Futuro”, Banfi
- Brunello di Montalcino 1997 “Madonna del Piano”, Val di Cava.
Piatto in abbinamento alla fine della degustazione, con Brunello dedicato: Parmigiana di Melanzana e Stracotto di Manzo con patate, con Brunello di Montalcino 2018, Castelgiocondo.
Gran Finale con sfida Aversa VS Toscana: Polacca aversana in abbinamento con Vin Santo 1993, Castelli d'Albola.
Posti Limitati
Prenotazione obbligatoria
Info e Prenotazione
📞0818154012⁣
📞3396357989⁣
📞3937836870
• Costo della serata: € 60,00
• Luogo: Il Menalino, Via Raffaello, angolo Via Giotto. Aversa.
• Data: 23 marzo 2023
• Ore: 20:00
Il Brunello Nel Tempo

#Trendycombo2023 Pizza e Champagne

 

Trendycombo2023

📍Caserta.

Via San Carlo, e Via San Giovanni …ritornano ad essere l’indicazione stradale per un appuntamento in città!
Gli amici di Mr Wine 24 e di Ricomincio da qui, nella serata di Venerdì 3 Febbraio, uniscono le loro attività per regalarci un appuntamento a base di pizza e champagne, la #trendycombo del 2023, presentata dal delegato provinciale Pietro Iadicicco.
Vi aspettiamo numerosi.
📌Appuntamento alle 🕗20.30 presso la pizzeria “ Ricomincio da qui” in Via  San Carlo n.98
Prenotazione obbligatoria tramite la struttura ospitante ai numeri
📲3347350581
📲3405340413
Trendycombo2023

Birra o Vino

 

Birra_vino

“Ma con la pizza, ci sta il vino o la birra?”
È il tema dell’incontro di Mercoledì 25 gennaio ore 19.30 che si terrà presso la
pizzeria Olio e Basilico di Giacomo Garau a Calvi Risorta (CE), il primo di una
serie di eventi dedicati all’abbinamento perfetto con la pizza.

Ispirati dai vini e dal nuovo progetto delle birre stile Italian Grape Ale dell’Azienda
Enoz realizzate con il birrificio Karma, proveremo a giocare a un derby tutto
italiano: un’amichevole tra il vino e la birra con l’infinita varietà di ingredienti per
la pizza.

L’incontro, moderato dalla giornalista Antonella Amodio, in collaborazione con l’AIS
Caserta, il delegato Pietro Iadicicco e i produttori Roberto Zeno, titolare

dell’Azienda Enoz e Mario Cipiriano, patron del Birrificio Karma, cercherà l’abbina-
mento perfetto e bilanciato tra i protagonisti, non lasciando l’uno sovrastare il

secondo e viceversa.
Il mondo degli abbinamenti è un campo di gioco immenso, basta solo disporre le
pedine in maniera giusta!

I vini in degustazione
- L’attimo, Falanghina IGP Roccamonfina 2021
- Il Chaos, Primitivo IGP Roccamonfina 2021
Le birre stile IGA in degustazione
- Incontri di Attimi con uva Falanghina
- Incontri di Chaos con uva Primitivo

In abbinamento, quattro pizze create per l’occasione da Giacomo Garau.

La prenotazione è obbligatoria, i posti sono limitati.
Costo della serata: 30,00 €
Info e prenotazioni: tel. 0823 651288

 

Birra_vino


PRIMITIVO IL VINO DELLA PASSINOE Verticale storica di FALERNO DEL MASSICO PRIMITIVO Campantuono

evento papa

L’Enoteca La Botte, in collaborazione con l’AIS Campania– Delegazione di Caserta

Presenta:
PRIMITIVO
IL VINO DELLA PASSINOE

Verticale storica di FALERNO DEL MASSICO PRIMITIVO Campantuono

Il racconto del Primitivo e delle epoche del Falerno, diventa un viaggio nel tempo dai Romani ad oggi
assieme ad Antonio Papa, oratore d’eccellenza e studioso di materie storiche ed umanistiche, appassionato
nel far amare il nostro passato, definito ciclico e causa del nostro futuro.

Il vino: origini leggendarie per quella che viene definita la prima DOC dell’enologia storica mondiale, come
attestato dagli antichi vasi vinari incisi utilizzati per la conservazione e l’esportazione del vino, dalla scritta
“Fal Mas” per identificare il Falerno del Massico, da Caedicia Victrix quale rappresentante di una delle
prime donne produttrici di vino nella florida città del tempo, Sinuessa. Della fama raggiunta dal Falerno ne
è prova l’elevatissimo costo ritrovato sul muro di una taberna a Pompei.
Il territorio: accorgendosi che da diversi suoli si potevano ottenere vini con differenti caratteristiche, i
Romani furono i primi a dividere il territorio in sotto-zone. Dall’altimetria di produzione dipendeva la
denominazione del vino, “Faustianum”, “Caucinum” e “Falernum”. Il ruolo svolto dal massiccio calcareo
culminante a 813 metri slm separa le due anime del Falerno, quello ottenuto da vigne di primitivo sul
versante sud-est e quello ottenuto da vigne di Aglianico sul versante sud-ovest.
La memoria: nel 1999 immette sul mercato la sua prima etichetta di Falerno, l’azienda Gennaro Papa oggi è
condotta da Antonio avvinto nel rievocare la storia del Falernum mediante le narrazioni degli autori latini e
l’evoluzione della produzione enologica a partire dal II secolo a.C., attraverso il medioevo e fino agli anni
ottanta. In una dimensione prospettica verso il passato ed uno sguardo comparativo al presente lo stile
europeo dalle antiche e profonde radici del Falerno del Massico sarà interpretato dal Campantuono
Primitivo nei seguenti millesimi:
● 2002
● 2004
● 2006
● 2013
● 2016
● 2018
● 2020 speciale anteprima
Contributo € 40
Venerdì 27 Gennaio 2023 Ore 20:30
Enoteca la Botte
Via Nazionale Appia, 168
Casagiove (CE)
Info e prenotazioni:
eventi.aiscaserta@gmail.com

evento papa


Les bulles de France

les bulles de France

Giovedì 15 Dicembre, in una Caserta che si è già vestita a festa, ci attende il primo appuntamento in chiave natalizia, al locale mainstream della mixology campana, Radici Clandestine in Piazza Aldo Moro 1, che per questo evento, in collaborazione con Ais Caserta, strizza l'occhio alle bollicine, anzi, alle bollicine francesi.

Una degustazione di 4 etichette francesi più una quinta etichetta in blind tasting, guidata dal Delegato Ais Caserta Pietro Iadicicco, che ci racconterà i vini e il loro territorio, fornendoci anche le nozioni necessarie per affrontare consapevolmente una degustazione di bollicine.

Ogni etichetta sarà accompagnata da un piatto in abbinamento dello Chef resident. La serata continuerà con musica dal vivo e il Radici Menù. Troverete in degustazione i seguenti vini: Cremant D'Alsace Henry Fuchs, Cremant de Bourgogne Chanzy, Blanquette de Lomoux B&B Bouchè, Champagne Blanc de Noir Collet, distribuiti da “ Onesti Group”. Non ci resta che scoprire l'ultimo vino. Il costo della serata è €50,00 da pagare in loco.

Per le prenotazioni chiamare o scrivere tramite Whatapp al numero 0823/1303426.
POSTI LIMITATI.
les bulles de France

Master Class azienda il Verro

azienda il Verro

Sabato 10 dicembre il Casale di Riardo  con l’azienda vitivinicola il Verro,

la proloco di Riardo e l’Ais Campania delegazione di Caserta

ha organizzato una degustazione guidata dei vini della produzione della Cantina il Verro

Interverranno:

La giornalista Antonella Amodio

Il Produttore Cesare Avenia

Il Delegato Ais Campania delegazione di Caserta Pietro Iadicicco

Verranno presentati i vini:

Igt Terre del Volturno

Pallagrello Bianco 2021

Sheep 2020

Casavecchia 2019

Pallagrello Nero 2020

Montemaggiore 2017

Ticket euro 15

Info e prenotazione

3394892543

3396724177

Prolocoriardo@gmail.com

azienda il Verro

BORDEAUX

Bordeaux

L’AIS Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Caserta

presenta il seminario-degustazione 2022

BORDEAUX
….

Un vino che nasce dall’interpretazione a più voci di uno stesso spartito, un territorio la cui potenzialità è
l’eleganza: Châteaux, Crus e Terroirs, baluardi della filosofia bordolese, rappresentano il sistema di qualità
della culla del vino europeo e la sua illustre fama a livello mondiale.
Il vigneto bordolese e la composizione stilistica e produttiva delle diverse etichette selezionate saranno
oggetto di riflessioni e pensieri in una straordinaria serata con un seminario guidato da Cristiano Cini,
miglior sommelier della Toscana nel 2003 e Presidente regionale AIS Toscana, mentore di Sommelier e
mente di Wine TV, che dirigerà l’esecuzione dei vini “custodi del tempo”.


Il vino: prestigio e longevità alla base della strategia comunicativa, ogni uva è portatrice di una lettura
peculiare del terroir, il Cabernet Sauvignon a suo agio in terreni sassosi, caldi e ben drenati, il Merlot su
sostrati argillosi e freddi, Cabernet Franc, Malbec e Petit Verdot a loro volta in perfetto accordo con
situazioni distintive. Con toni lievi e freschi in gioventù, stupefacente per le doti di resistenza al tempo la
tipologia del Bordeaux Blanc si esprime con i vitigni Semillon, Sauvignon Blanc, Muscadelle e Ugni Blanc,
uve nivee dei vini botritizzati più conosciuti al mondo.
Il territorio: situata sulla costa nella Francia sud-occidentale, regione d’elezione per il vino, che da sempre
incanta e decanta per la sua vastità, varietà e storia secolare. L’eterogeneità del terroir restituisce
l’immagine di un paesaggio caratterizzato dall’alternarsi di dolci pendii ad ampie valli, dalla congiunzione di
due corsi d’acqua, la Garonne e la Dordogne, in un estuario comune di circa 70 km, la Gironde, e
dall’influsso dell’Oceano, che rende unico il clima.
La memoria: un complesso di palazzi incongrui, residenze nobiliari o borghesi, vecchie certose, resti di
monasteri, fienili e granai, cantine moderne, e in qualche caso sì, pomposi castelli, nel senso più proprio del
termine, antichi e moderni, delineano i tratti di una realtà più variegata di quel che sembra. Le vicende
storiche e produttive di sei tra gli châteaux più significativi di Bordeaux si intrecciano nel racconto di una
terra eletta ed un’umanità diversificata
 CHATEAUX COS D'ESTOURNEL 2007
 CHATEAUX MARGAUX 2004
 CHATEAUX LYNCH BAGES 2015
 CHATEAUX DE L'EVANGILE 2011
 CHATEAUX D' YQUEM 1997
 CHATEAUX CHEVAL BLANC 2012

Martedì 13 Dicembre 2022 Ore 20:00
HOTEL Plaza Caserta
Piazza della Costituzione, 8 - Caserta
Parcheggio interno gratuito
Contributo di € 170 per i soci AIS in regola con la quota associativa, € 210 per i non soci, da versare a mezzo
bonifico intestato a AIS Campania, con causale: Evento Bordeaux Caserta + Nominativo partecipanti
IBAN: IT41Z0538740260000002464227
La ricevuta del bonifico andrà inviata al seguente indirizzo mail con indicazione di nome e cognome dei
prenotati: info@aiscampania.it

Bordeaux


Sette Vizi Varietali

Sette Vizi Varietali

La triade: il vizio, il vino e il piacere.

Per 7 volte.

Per zero pentimenti.

 Questa è la formula che vi propone santè Seminari alcolici in collaborazione con l'Ais  di Caserta,
gente che, lo avrete capito, gode di cattive inclinazioni, a partire dal vizio della goduria di vini eccellenti come non li avete mai bevuti,
fino alla perdizione del bicchiere che sarà sempre pieno per 7 appuntamenti.
Faremo un viaggio sensoriale in cui vi daremo più nozioni per comprendere il vino e una volta acquisiti gli strumenti vi condurremo spediti nelle nostre terre Campane,
in tutto il Sud e il nord dell’ Italia, e nella iconica Francia. Come ultimo appuntamento gli abbinamenti cibo/vino, si anche quelli più arditi.
Nulla sarà più come prima!

Evento per pochi posti e su prenotazione.

Assicurati l'intero percorso e prenota tutte le serate a : Baratto2021srl@gmail.com

Santè Piazza normanna 1 Aversa

Sette Vizi Varietali


“MINERALE” DA PROCIDA A TUFO

MINERALE

L’enoteca La Botte

in collaborazione con

l’AIS Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Caserta,

il Consorzio di tutela e promozione della Mozzarella di Bufala Campana DOP e Mosaico per Procida,

presenta
“MINERALE”
DA PROCIDA A TUFO

Un connubio di antiche tradizioni senza limiti di spazio e tempo sarà raccontato in un orizzonte territorialmente campano: il vitigno più antico dell’Avellinese,

l’eccellenza della mozzarella di bufala ed un vino speciale celebrativo della piccola isola del golfo partenopeo nel suo anno di Capitale Italiana della Cultura.
Il vino: Pompei lo testimonia con un affresco del I secolo a.C. in cui viene espressamente nominato il “vino greco”, Plinio il Vecchio ne esaltava l’alto valore raccontando che

‘In verità il vino Greco era così pregiato, che nei banchetti veniva versato solo una volta‘.

La sua uva fu definita dai Romani “Aminea Gemina” per la caratteristica forma del grappolo suddiviso in due parti gemelle.
Il territorio: importato dalla regione greca della Tessaglia, dai Pelagi, la sua coltivazione avvenne inizialmente ai piedi del Vesuvio,

per poi diffondersi in alcune zone della provincia di Avellino, in particolare Tufo, tra i rudimentali insediamenti costruiti con preziosa roccia vulcanica.

Un entroterra antico, con sottosuolo unico ricco di minerali, le cui vigne trovano testimonianza già nei testi di Plinio, Columella e Strabone.
La memoria: il forte legame con la propria terra e la vocazione all’internazionalizzazione dell’Irpinia rendono la famiglia Maffei e l’azienda Bellaria

testimoni della cultura dell’eccellenza in tutto il mondo. Tra il Parco del Partenio e le valli del Sabato e del Calore il Greco di Tufo rivelerà il cuore dell’Irpinia nelle seguenti annate:
 Greco di Tufo DOCG “Oltre” 2019
 Greco di Tufo DOCG “Oltre” 2018
 Greco di Tufo DOCG “Oltre” 2017
 Greco di Tufo DOCG “Oltre” 2015
L’evento proseguirà con la degustazione di due ulteriori vini articolata nei seguenti ed emozionanti momenti:
 Presentazione in anteprima di un vitigno unico, la “Coda Rara”, con degustazione della sola ed esclusiva produzione di 700 bottiglie
 Presentazione e degustazione del progetto “Mosaico per Procida”, un’inedita cuvée creata per celebrare la capitale della cultura 2022

e frutto di vini di diversi terroir campani, dall’Irpinia all’isola di Capri, dal Beneventano al Vesuvio al Cilento, passando per Caserta, i Campi Flegrei e fino alla Costa d’Amalfi e al Cilento.
La degustazione sarà accompagnata da un’altra eccellenza della tradizione campana: la “Mozzarella di Bufala Campana DOP Affumicata”

con paglia, una storia antica e prestigiosa tanto che in passato venivano affumicate solo le mozzarelle migliori per prolungarne la vita.
Contributo € 30 DA PAGARE IN LOCO
Informazioni e prenotazioni:
eventi.aiscaserta@gmail.com
Venerdì 18 Novembre 2022 Ore 20.30
Enoteca la Botte
Via Nazionale Appia, 168

Casagiove (CE)

MINERALE


Wine Battle

Wine Battle

Sommelier, esperti, apprendisti stregoni, amici, bari, neofiti, degustatori, beoni...

tutti sono invitati a crearsi la propria squadra di combattenti la grande battaglia della primavera di San Martino.

Tutte le squadre si confronteranno tra di loro su temi come territorio di provenienza, grado alcolico,

Vitigno dei vini serviti alla cieca. La gara si svolgerà con la formula: “tutti contro tutti”.

Il superamento di tutte le prove porterà alla vittoria.

La serata sarà dedicata a tutte le tipologie di vino, uno spumante, due bianchi e tre rossi.

Si degusteranno vini ricercati e saranno accompagnati da un tagliere di accompagnamento per ogni squadra.

A chiusura di serata, ci sarà un breve racconto sui vini scelti. (Anche attraverso il gioco possiamo arricchirci culturalmente).

Ad ogni squadra, durante la degustazione la degustazione “al Buio”, sarà chiesto di compilare una scheda in cui si richiederanno i valori di:

punteggio del vino, annata, vitigno, regione, metodo di spumantizzazione, alcol svolto.

Ad ogni risposta esatta verrà assegnato un valore che porterà ad un risultato che va da -1 a 10 per ogni bottiglia valutata.

Tutti punteggi disegneranno la classifica generale. In caso di parità ci sarà la bottiglia di Spareggio.

Alla squadra 1° classificata

Champagne Grand Brut Perrier-Jouët Magnum

Alla squadra 2° classificata

Champagne Pol Roger Brut Reserve

Alla squadra ultima in classifica un premio speciale

Vince chi arriva primo in classifica generale dopo la battaglia

Ogni squadra avrà un massimo di 6 partecipanti ed un nome di fantasia scelto dai concorrenti.

Potrà essere prevista la figura della “riserva” (che non farà parte di nessun altra squadra), che potrà sostituire qualche assente in una delle serate.

Il numero minimo per squadra è di 4 persone.

La quota di partecipazione è fissata a 30€ a persona.

Chi non riuscisse a formare una squadra può sempre venire da solo o con amici, e le faremo noi.

Aspettiamo tanti partecipanti e faremo tante squadre, ma ne resterà soltanto UNA.

Per info e prenotazioni Hey You
Instagram: @hey_you.caianello2021
Tel: 388 8584900

Wine Battle


Trento DOC Una Montagna di Bollicine

TrentoDOCMontagnaBollicine

L’Enoteca La Botte in collaborazione con AIS Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Caserta presenta

 TRENTO DOC

Una montagna di bollicine

Tempo e lavoro, tradizione e territorio in un’esperienza sensoriale alla scoperta di un marchio territoriale sinonimo di produzione spumantistica metodo classico di qualità.

L’interpretazione di sfumature, contraddizioni e complessità delle antiche terre del “Tridentum” è affidata a Valentino Tesi, miglior Sommelier d’Italia 2019,

per conoscere e approfondire il carattere delle bollicine di montagna, dalle vette più elevate ai pendii più dolci.

Il vino: una produzione tutta particolare, che richiede studi e attrezzature specialissime, ne fa un vino tecnico e,

insieme, gaio, così difficile da fare e così facile da bere, troppo facile da bere! Altitudine e varietà climatica definiscono il suo carattere.

La complessità aromatica, l’eleganza e la freschezza sono espressione di forti escursioni termiche giornaliere.

Ogni calice profuma del proprio luogo di origine recando con se unicità e personalità.

Il territorio: era così mezzo secolo fa, quando Mario Soldati descrisse il Trentino come un esempio egregio di “fedeltà quasi religiosa nelle tradizioni vitivinicole” senza escludere “migliorie moderne”. La montagna è la prima risorsa del Trento DOC, l’imponenza delle Dolomiti imprime il carattere delle sue bolle, minute ed incessanti. Le peculiarità dei terreni, calcarei e silicei, ed il clima rendono questo territorio particolarmente vocato all’arte del “Metodo Classico”.

La memoria: una storia che nasce oltre 150 anni fa, la sua tradizione prende avvio dalla geniale intuizione di un giovane trentino, quella di notare la somiglianza orografica e climatica tra la Champagne ed il Trentino. Era Giulio Ferrari, il padre dello spumante secco italiano. Nel 1993 è la prima DOC nata in Italia per un metodo classico ed è la seconda al mondo dopo la Champagne. Anno dopo anno ha conquistato, grazie alla sua qualità, la scena nel mondo del vino italiano.

Produrre uno spumante Trento DOC è un'arte preziosa, una vocazione, una capacità. I colori del sole e dei tramonti rosati delle Dolomiti ed i sapori della montagna saranno tratteggiati da sette autori delle bollicine con le radici ben piantate a terra ed uno sguardo puntato dritto verso il futuro:

  • Trento DOC Oro Rosso Riserva Dosaggio Zero - Cembra Cantina di Montagna
  • Trento DOC Brut - Corvée
  • Trento DOC Brut - Cenci Trentino
  • Trento DOC Brut Rosé - Valentini di Weinfeld
  • Trento DOC Disìo Extra Brut Riserva – Spagnolli Spumanti
  • Trento DOC Brut Riserva Cuvée dell’Abate - Abate Nero
  • Trento DOC Pas dosè RISERVA – alla cieca

Contributo € 40

Venerdì 21 Ottobre 2022 Ore 20.30

Enoteca la Botte

Via Nazionale Appia, 168

Casagiove (CE)

Info e prenotazioni:

eventi.aiscaserta@gmail.com

TrentoDOCMontagnaBollicine


Calici Al Castello

ilverro

 

Venerdì 14 ottobre il Casale di Riardo  con l’azienda vitivinicola il Verro, la proloco di Riardo, l’istituto Alberghiero Marconi e l’Ais Caserta
ha organizzato una degustazione guidata dei vini della produzione della Cantina il Verro e uno

show cooking  dello Chef Bernardo Laudato.

Interverranno:
La giornalista Antonella Amodio
Il Produttore Cesare Avenia
L’enologo Vincenzo Mercurio
Il Professore Giancarlo Moschetti
La degustatrice Ufficiale Maria Rosaria Grimaldi
Il Dott. Sergio Munno
Lo Chef Bernardo Laudato
Verranno presentati i vini:
Igt Terre del Volturno
Pallagrello Bianco 2021
Sheep 2020
Casavecchia 2019
Pallagrello Nero 2020
Montemaggiore 2017
Ticket euro 25
Info e prenotazione
3394892543
3396724177
ilverro

Masterclass Asprinio

Masterclass Asprinio

 

#Asprinio
La proloco di Cesa in collaborazione con il Vitica e l’Ais di Caserta ha organizzato una masterclass sui vini da vitigno asprinio.
Un’occasione unica per conoscere e saggiare questi vini tanto amati della provincia di Caserta.
L’appuntamento è per giovedì 29 settembre a Cesa alle ore 19:45.
Per informazioni e prenotazioni:
3805085288

Masterclass Asprinio


Calici al Borgo

Calici al Borgo

🍷Calici al Borgo 

_ Wine Talk Experience_

Nella splendida corte Cicia/Fierro dello storico Borgo di Caserta Vecchia, in occasione dell’annuale appuntamento di Settembre al Borgo, il Comune di Caserta insieme con l’ AIS di Caserta e al Consorzio Vitica, hanno organizzato la Wine Talk exeperience, dedicata ai vini della provincia di Caserta.

I Degustatori Ufficiali di AIS Caserta e i produttori stessi vi guideranno nei quattro giorni in un percorso di conoscenza dei territori, della cantina, dei vitigni e con l’approccio alla degustazione dei vini.

📍Corte Cicia/Fierro Via Federico II di Svevia 8.Caserta Vecchia.

🕛19.00 primo Talk

🕛20.00 secondo Talk

📆 1-2-3-4 Settembre

 

POSTI LIMITATI.

L’ingresso è gratuito, previo accredito al seguente link:

https://www.eventbrite.com/e/biglietti-calici-al-borgo-wine-talk-experience-settembre-al-borgo-2022-407471848267

Scegliete a quale delle serate partecipare.

Di seguito il programma:

1 Settembre

19:00 Il Verro

21:00 Villa Matilde - Fattoria Pagano

2 Settembre

19:00 Tenuta Fontana

20:00 ALE. P. A. - Masseria Piccirillo

3 Settembre

19:00 Vitis Aurunca - Terrae Tiferni

20:00 La Masserie - Collefasani

4 Settembre

19:00 Cantine Palazzo Marchesale

20:00 ViteMatta - Terra Felix

Calici al Borgo


Vinili di Vini

Vinil di vini4

Il caffè Bukovsky,

in collaborazione con

Ais Caserta, all’interno della manifestazione Vinili di Vini, ha organizzato

3 Master Class in cui verranno presentate e degustati i vini di tutte e 30 le cantine partecipanti.

Nello specifico i degustatori Ais con il Delegato provinciale, in ogni incontro, vi racconteranno 10 cantine con i 10 vini di punta.

Sarà presentato, con questa formula, l’intero territorio vitivinicolo di cui le cantine presenti fanno parte.

Vi invitiamo a coglierne la singolare occasione per venire a degustare.

Venerdì     15 Luglio ore 20:00

Sabato      16 Luglio ore 20:00

Domenica 17 Luglio ore 20:00

Le cantine divise per ogni serata sono specificate nelle locandine*

Il contributo è di €15,00, da pagare in loco. È necessaria la prenotazione.

Info e prenotazioni 340 3963903

📍Villetta in via XIV ottobre

Castel Campagnano (CE)

Vinil di vini4

Vinil di vini3

Vinil di vini2

Vinil di vini1


News Il venerdì a piccoli Sorsi

Venerdì a piccoli Sorsi

Il Queen’s bar
con
l’ Ais Caserta
presenta
la rassegna “Venerdì a piccoli sorsi “ nei tre venerdì Di fine mese estivi.
Il primo appuntamento è venerdì 24 giugno con 2 cantine di eccellenza nazionale la cantina Puiatti e Tenuta San sisto.
Sì inizia alle ore 21:30
Ad accompagnare i vini Ci saranno vari finger food è un piatto.
Si degusteranno:
-Puiatti
Ribolla Gialla extra brut
Spumante metodo classico
V.S.Q.
- Tenuta San Sisto
Verdicchio Castelli di Jesi
Classico Superiore Doc2020
- Tenuta San Sisto
Verdicchio Castelli di Jesi
Classico Superiore Riserva Docg 2018
A Guidare  la serata un Degustatore Ufficiale Ais Caserta.
Contributo 20 euro da pagare in loco.
Per informazioni e prenotazioni: 328 186 5625 messaggio whatsapp
Queen’s Bar Viale dei Platani, 81057 Teano CE
Venerdì a piccoli Sorsi

Intrecci Gran Galà

IntrecciGranGala
Intrecci Gran Galà
Quelli bravi scrivono “stiamo tornando”, noi siamo già tornati, e in gran fermento.
Quest’ anno didattico appena trascorso è stato per l’Ais Caserta pienissimo di soddisfazioni.
I corsi che elasticamente erano proseguiti on Line sono tornati in presenza e si sono conclusi con un gran numero di diplomati.
I nostri già sommelier e ansiosi di poter proseguire la loro formazione, hanno finalmente avuto accesso al corso da Degustatore Ufficiale Junior, superando positivamente gli esami.
I tanti appassionati che hanno seguito i primi eventi con cui siamo tornati a riunirci ci fanno sentire forte la responsabilità di cominciare nuovi corsi per dar spazio anche a loro, che vogliono acquisire nuovi strumenti per coltivare la propria passione. I momenti delle manifestazioni con i produttori e con i consorzi ci hanno permesso di incontrarvi in tanti, e tutti ci avete chiesto un momento per tornare a bere tutti insieme, serenamente. Un “intreccio di energia” è tutto quello che vi abbiamo appena raccontato, che meritava di essere celebrato, con una serata speciale, con grandi vini, elegante, conviviale, in cui riunirci, celebrando i neo sommelier applaudendo i nuovi Degustatori ufficiali, annunciando le novità e celebrando tutti coloro che si sentono felici con un calice in mano.
Siete tutti invitati al primo Intrecci Gran Galà
Lunedì 13 Giugno 2022 ore 20:30
Villa Paolina Resort
Via Ragazzano Località Audelino, Pontelatone
Contributo : 40 euro a persona
Info e Prenotazioni: eventi.aiscaserta@gmail.com
IntrecciGranGala

Bufala & Wine in Love

BufalaWineinlove

Bufala & Wine in Love

Il più grande cruccio di qualsiasi appassionato di vino è  “che cosa abbino con la mozzarella?”. Una risposta chiara e completa ci sarà.

Il consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala campana DOP con l’Associazione Italiana Sommelier Caserta e L’Organizzazione nazionale assaggiatori formaggi, nei giorni 19 e 20 Maggio alle ore 15.00, organizzano il primo corso di approccio alla degustazione del vino con un focus dedicato all’abbinamento con la mozzarella.

Il corso è rivolto a tutti gli appassionati del nostro oro Bianco e si svolgerà con il seguente programma:

Giovedì 19.05.2022

- Lezione: Che cos'è il vino, vinificazione in bianco, in rosso e in rosato, come si legge un'etichetta, metodi di spumantizzazione, come si degusta un vino.

Laboratorio: Degustazione tecnica di 4 vini

- Spumante metodo classico, Asprinio di Aversa,

- Vino Bianco Igt Terre del Volturno Pallagrello bianco

- Vino Rosato Galluccio Doc

- Vino Rosso Falerno del Massico rosso

Venerdì 20.05.2022

Approccio alla tecnica di abbinamento cibo/vino, come si degusta un cibo, che cos'è la mozzarella, come si degusta e come si abbina.

Laboratorio: degustazione di 3 tipi di mozzarella, accostamento e 4 tipologie di vini.

- Champagne Valle de La Marne meunier e pinot nero

- Falerno del Massico Bianco

- Marsala Doc Perpetuo

- Piedirosso Campi Flegrei Doc

Relatori:

Pietro Iadicicco, Delegato AIS Caserta

Maria Sarnataro, Vicepresidente nazionale ONAF e Vicepresidente Ais Campania.

Costo Totale per le due giornate: 60 Euro

Informazioni e Prenotazioni

Email: formazione@mozzarelladop.it

Cell.: 333 2638900

BufalaWineinlove


Chianti Classico

Chianti Classico 2022

L’Enoteca La Botte in collaborazione con AIS Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Caserta presenta

 Chianti Classico

Un progetto che va oltre il gusto e la ricerca di un prodotto di eccellenza come il Chianti Classico, per entrare in contatto ed in sintonia con l’unicità di un territorio che custodisce la più antica e autorevole tradizione della cultura vinicola italiana.

L’evento sarà condotto da Valentino Tesi, miglior Sommelier d’Italia, già vicecampione italiano nel 2018, Miglior Sommelier della Toscana e Master del Chianti Classico 2019, che guiderà i partecipanti lungo i tornanti tra le capitali del Chianti, Firenze e Siena, narrando dell’eterogeneità del terroir e delle sue incredibili caratteristiche, dalla sabbia al macigno toscano, creando un tracciato logico e naturale dei vini scelti tra espressioni spaziali e temporali anch’esse incredibilmente diverse con l’unico elemento unificante rappresentato dal Sangiovese.

Il vino: luogo, materia, sapore e temperamento, requisiti assoluti di una forte identità. L’incomparabile vigoria di sensazione come nessun altro vino, quello che si preserva nel tempo. L’inarrivabile persistenza, l’impeto straordinario ed espressivo che si lasciano assaporare anche in ampi spazi temporali. Uvaggi di territorio o blend internazionali, poche altre uve hanno il diritto e l’onore di condividere con il Sangiovese il marchio del Gallo Nero: Canaiolo e Colorino, Merlot e Cabernet Sauvignon, e ancora Mammolo, Malvasia Nera e Foglia Tonda.

Il territorio: Palazzo Vecchio, Vasari, in quel soffitto a cassettoni c’è una raffigurazione. A metà del ‘500 viene dipinto un Bacco vecchio, forzuto e muscoloso. Acqua che sgorga da due anfore, allegoria di fiumi. Tre castelli laggiù in fondo, orgogliose fortificazioni, quelle di Castellina, Radda e Brolio. Luce cupa, misteriosa, aria di battaglia. Nello scudo il Gallo Nero. Simboli tutti di un territorio del vino tra i più vocati al mondo. Filari di viti che si alternano agli uliveti, tra matrici differenti e variegate, fanno di questa denominazione una delle più importanti d’Italia.

La memoria: Qualità e personalità congiunte da una storia prestigiosa e lunga 300 anni. Con un bando pubblicato nel 1716 il Granduca di Toscana Cosimo III de’ Medici fissa i confini della zona di produzione a sancir l’inscindibile legame tra il Chianti Classico e il suo territorio. Anni di sperimentazioni volte ad affinare le caratteristiche del proprio vino conducono il Barone Bettino Ricasoli, a metà dell’Ottocento, a formulare la ricetta del Chianti, che riceve dal Sangioveto la sua anima. In difesa del vino tipico del Chianti e della sua marca d’origine nel 1924 trentatré viticoltori fondano a Radda il Consorzio dei produttori del Chianti Classico. Il Gallo Nero, storico simbolo dell’antica Lega Militare del Chianti e della singolare leggenda di due cavalieri medievali, ne diviene l’emblema. Il suo canto ha deciso i confini dell’intero territorio chiantigiano, tra le Repubbliche di Firenze e Siena.

Nove vini formidabili saranno protagonisti nel mostrare il rinomato e multiforme complesso del Chianti Classico nelle sue assolute espressioni:

Annata – San Casciano – Fattoria Cigliano di Sopra – 2020

Annata – Lamole – Le Masse di Lamole - 2019

Annata – San Donato In Poggio – Isole e Olena - 2019

 Riserva – Gaiole – Poggio a’Frati Rocca di Castagnoli - 2016

Riserva – Montefioralle – Villa Calcinaia - 2018

Riserva – Castelnuovo Berardenga – Losi Querciavalle - 2015

Gran Selezione – Greve – La Prima Vicchiomaggio - 2018

Gran Selezione – Castellina – Sei Querceto di Castellina - 2018

Gran Selezione – Radda – Coltassala Volpaia - 2018

Contributo € 50

Venerdì 29 Aprile 2022 Ore 20.30

Enoteca la Botte

Via Nazionale Appia, 168

Casagiove (CE)

Info e prenotazioni:

eventi.aiscaserta@gmail.com

Chianti Classico 2022


Terra Di Lavoro Wines

Terradilvorowines

Il Consorzio di tutela dei Vini casertani VITICA in collaborazione con l'Ais di Caserta presenta:

"Terra Di Lavoro Wines", una rassegna all'insegna dei vini casertani, nei giorni 4 e 5 Dicembre, nella splendida cornice del Belvedere di San Leucio.
Cinque saranno i banchi d'assaggio dedicati alle denominazioni casertane, aperti dalle ore 13:00 alle ore 20:00, grazie ai quali si darà modo a tutti gli appassionati di scoprire e degustare  le denominazioni casertane, gratuitamente.
 Negli stessi giorni, alle ore 18.00, si svolgeranno due Masterclass, a cura di AIS di Caserta, alle quali sarà possibile accedere a pagamento e su prenotazione.
 Si accederà alla manifestazione solo in possesso di greenpass.
L'evento è aperto a tutti, anche ai non soci Ais.
Per informazioni sul programma completo e prenotazioni bisogna visitare il sito: https://www.eventivitica.it/
Terradilvorowines

Bolgheri

Bolgheri

L’Enoteca La Botte

in collaborazione con
AIS Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Caserta
e con il patrocinio del Consorzio di Tutela di Bolgheri e Bolgheri Sassicaia
presenta
BOLGHERI
….
E’ SOPRATTUTTO UNO STATO D’ANIMO, UN MODO DI VIVERE
Una sfida di innovazione crea l’anima moderna della Toscana: “Bolgheri”, mosaico di immagini, culla di sogni e concrete ambizioni, vanta un territorio irripetibile, dai tanti suoli, dai tanti vini.
La complessità e la particolarità dei vini di Bolgheri, funzione ed espressione della grandissima variabilità dei terreni, sarà narrata in una spettacolare serata con un seminario guidato da Cristiano Cini, miglior sommelier della Toscana nel 2003 e Presidente regionale AIS Toscana, mentore di Sommelier e mente di Wine TV, che farà vivere la favola di questo pezzetto di terra toscana, selvaggia e pura.
Il vino: dall’intuizione rivoluzionaria di un marchese allo spirito pioneristico di interpreti e produttori, la personalità di Bolgheri è una combinazione unica garantita dagli inconfondibili elementi del suo terroir, che hanno reso i vini bolgheresi tra i più apprezzati al mondo. Cabernet e Merlot si avvicendano e si declinano con estreme riconoscibilità ed univocità tra le caratterizzanti note mediterranee, la sapidità marina, la raffinatezza e l’eleganza dei tannini.
Il territorio: un teatro naturale si erge tra mare e colline sullo sfondo dello scenografico e iconico Viale dei Cipressi, che il poeta Giosuè Carducci rese immortali con i versi “…I cipressi che a Bolgheri alti e schietti van da San Guido in duplice filar, quasi in corsa giganti giovinetti, mi balzarono incontro e mi guardar…“. Un suolo unico nel panorama italiano, la cui posizione ne determina un microclima caratteristico e una forte luminosità influenzati dalla natura incontaminata e dai venti rinfrescanti del mare.
La memoria: la ricchezza e la varietà di Bolgheri diviene uno stato d’animo, un modo di vivere attestato e raccontato attraverso l’attività umana, quale elemento indimenticabile del terroir, di otto produttori costantemente impegnati nella ricerca del risultato migliore per il vino e il territorio
• Michele Satta, Cavaliere 2018
• Le Macchiole, Bolgheri Rosso 2018
• Chiappini, Lienà Cabernet Sauvignon 2016
• Cipriana, San Martino 2016
• Tenuta Campo Al Signore, Campo al Signore 2016
• Podere Sapaio, Sapaio 2016
• PietraNova, Liborio 2015
• Tenuta San Guido, Sassicaia 2014
Contributo € 70
Venerdì 15 Ottobre 2021 Ore 20:30
 L'ingresso sarà esclusivamente consentito ai possessori di Green Pass che si saranno prenotati.
Enoteca la Botte
Via Nazionale Appia, 168
Casagiove (CE)
Info e prenotazioni:
Bolgheri

Il pericolo è il mio mestiere!

Ilpericolo

L’Amica Srl

in collaborazione con
Ais Caserta
presenta
Il pericolo è il mio mestiere!
L'amica srl, nuova concessionaria Jeep di Caserta,  ospita una delle tappe del "Jeep on tour", che si svolgerà nei giorni 2 e 3 ottobre. Una piattaforma che arriva a 10 m di altezza sarà la prova da affrontare nel test drive, assaporando tutta l'adrenalina che queste auto performanti sanno regalare, e quale vino migliore da abbinare a questa spericolata esperienza se non l'Asprinio? Quel vino spigoloso e selvaggio, fatto dal coraggio degli uomini ragno che con la coltivazione ad alberata superano quotidianamente i 10 mt di altezza, a cavallo della loro personale scala.
L' evento avrà luogo presso la sede della Concessionaria Amica Palmesano, in Viale Carlo III, 20, 81100 Caserta CE.
L'appuntamento del 2 ottobre, dalle 10.00 alle 13:00 avrà come protagonista l'azienda produttrice Masseria Campito alle ore 12:00 ci sarà la presentazione del produttore che ci parlerà della propria cantina e del vino che degusteremo.
L'appuntamento del 3 ottobre, dalle 10.00 alle 13.00 avrà come protagonista l'azienda produttrice I Borboni e ancora troveremo alle ore 12:00 il produttore  a parlarci della sua azienda e del vino che staremo degustando.
L'evento è gratuito.
Ilpericolo

Restart Ais Caserta

Diplomi 07.09

Restart!

È il momento di ricominciare, e quale ripartenza migliore se non quella di festeggiare insieme ai neo diplomati Ais Caserta?

Ci rivediamo tutti insieme, martedì 7 settembre al Vovo Pacomio per la consegna dei diplomi dei nostri neo sommelier e per aggiornavi delle attività  e del nuovo anno didattico che sta per iniziare.

Siamo tutti invitati a rialzare i calici, con i grandi vini che ci aspettano.

 #BuonAnnoAis

Vovo Pacomio

Via Mazzini 24. Caserta.

Ore 21:00

Ingresso con Green pass obbligatorio.

Diplomi 07.09


JAZZ & WINE

JAZZ & WINE
Al vostro ritorno ci troverete già al lavoro per rinfrescarvi con i vini campani e buona musica!
/////
Sei più #jazz o #wine❓
Il #CarditelloFestival continua, dal 26 al 29 agosto, con la rassegna Jazz & Wine: quattro concerti, eventi, mongolfiera e vini campani, in collaborazione con Assessorato Agricoltura Regione Campania, AIS - Sommelier Campania e Volare sull'Arte.
Vivi l’esperienza #Carditello con tutti i concerti e le degustazioni pre-festival al prezzo speciale di 29 euro onnicomprensivo, ritirando il kit con calice e sacca in omaggio.
E con una piccola integrazione, hai la possibilità di scoprire la Reggia borbonica dall’alto con l’emozione del volo vincolato in #mongolfiera!
Scopri i nostri nuovi pacchetti con biglietto integrato su
339.2434755
In vendita anche nel Real Sito di Carditello in occasione degli eventi
✅ Ingresso solo con #GreenPass
/////
JAZZ & WINE

Sorsi e parole(… e numeri)

sorsi e parole

L’Enoteca La Botte in collaborazione con l’AIS

Delegazione di Caserta e Delegazione di Napoli

presentano

SORSI e PAROLE (…e numeri)

Esiste un nesso tra la degustazione di un vino e la scrittura, e magari anche con i numeri?

13 Luglio ore 20. Euro 20

(ticket comprensivo del libro “Il merito del mezzo”, Rogiosi editore e degustazione)

Enoteca la Botte, Via Nazionale Appia n.168 Casagiove (Ce)

Info e prenotazioni: eventi.aiscaserta@gmail.com

Franco De Luca, insieme con Luigi Ferraiuolo, racconterà la sua esperienza di sorsi, parole e numeri, e presenterà il suo ultimo romanzo ripercorrendo una delle aree più suggestive del panorama vitivinicolo italiano. Grazie al Consorzio Tutela dei Vini del Nord Piemonte degusteremo insieme le doc Bramaterra, Gattinara Ghemme e Lessona, nell’espressione di importanti realtà vitivinicole del territorio.
In collaborazione con il Consorzio Tutela dei Vini del Nord Piemonte
sorsi e parole

Vinili di vini

Vinili di vini
Presso la Villa Comunale di Castel Campagnano, in provincia di Caserta
da Venerdì 2 Luglio a Lunedì 5 Luglio, con inizio alle ore 19.00
con il patrocinio dell’ Associazione Arte e Cultura e del Comune di Castel Campagnano
il Caffè Bukowski organizza la terza edizione di "Vinili di Vini".
Presso la villa comunale di Castel Campagnano si svolgeranno le  quattro serate dedicate alla degustazione al calice,
dove in ognuna delle 37 postazioni presenti troverete direttamente i produttori partecipanti.
La bellissima location del Palazzo Aldi ospiterà i tre laboratori dedicati alla scoperta ed alla degustazione dei presenti
con la guida dei degustatori ufficiali dell'Associazione Italiana Sommelier di Caserta.
Di seguito il calendario con le aziende presentate durante i laboratori, che si svolgeranno in dei panel dedicati:
Venerdì 02 Luglio ore 19:30
AZ. AGRICOLA RAFFAELE CAMPAGNANO
AGRINOVA AZIENDA VITIVINICOLA
DAVIDE CAMPAGNANO
TENUTA IEVOLI
CANTINA DI LISANDRO
TENUTA SANTA MONICA
LE CANTINE DI HESPERIA
AZ. AGRICOLA CARMINE CANESTRINI
ALEPA
TERRE DELL'ANGELO
LA MASSERIE
FATTORIA  SELVANOVA
Sabato 03 Luglio ore 19:30
MARRA WINERY
TENUTA DONNA MARIA
BICU DE FREMUNDI
VIGNE STORTE
CANTINE FOSCHINI
AZ. AGRICOLA SIMONE GIACOMO
FONTANA DELLE SELVE
MUSTILLI
AZIENDA AGRICOLA RAMACCIANI
CANTINA ZANNINI
AZIENDA VINICOLA  PETROSINO
IL CASOLARE DIVINO
Domenica 04 Luglio ore 19:30
TERRE DEL PRINCIPE
MASSERIA PICCIRILLO
VESTINI CAMPAGNANO
TENUTA DI TOMMASO
CANTINE MARTONE
AGRIT. CANTINA MORONE
CANTINA DENICA
COLLE DI SIDURI
AZIENDA SIMONELLI
CANTINA  TORRE VENERE
FAPPIANO
VINAIA SARRACCO
FATTORIA  ALOIS
ll costo della partecipazione dei laboratori è di 10 euro, ed è obbligatoria la prenotazione, posti limitati.
Per info e prenotazioni chiamare Carlo 📲 338.3007414.
Vinili di vini

Galatrona Con Armando Castagno

Galatrona2 (1)

L’Enoteca La Botte in collaborazione con AIS Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Caserta presenta

 GALATRONA

LA TERRA STESSA E’ DIO

2018-2000

Il perfetto connubio tra un pezzo di terra, altamente vocato, la vigna ivi piantata e l’uomo che cerca di governarla con lieve cuore, con lievi mani sarà al centro del racconto passionale e coinvolgente di Luca Sanjust (presente in Sala), storico dell’arte rinascimentale e alla terza generazione di viticoltori, per celebrare l’incommensurabile eleganza del Galatrona di Petrolo,

Grand-Cru” di Merlot proposto in una eccezionale verticale di dieci annate.

Il laboratorio sarà condotto da Armando Castagno, il più noto giornalista, scrittore, critico e docente AIS del panorama enologico italiano, per immergersi al meglio e con inconfondibile abilità nell’avvicinamento con l’eccellenza di uno dei grandi rossi di Toscana e di quel pezzo di terra dal quale proviene.

Il vino: ricercato in tutto il mondo trae il suo nome da una splendida torre medievale che domina la Valdarno e il Chianti Aretino, luogo di provenienza di ogni incantatore. Tra le migliori espressioni di Merlot, discendente da cloni bordolesi, il suo carattere concilia potenza e freschezza, struttura gustativa ed equilibrio. Profondo, sartoriale e fortemente territoriale stringe le mani tra modernisti e tradizionalisti, quale espressione di esemplare toscanità.

 Il territorio: terra arcana e generatrice di misteriosi sapienti, il suo valore è già sancito da Cosimo III de’ Medici, che scriveva nel 1716 il più antico disciplinare di produzione. Tra le due rive dell’Arno, Pratomagno e la riva chiamata Pietraviva, ai confini con la zona Sud-Est del Chianti Classico, il vigneto “Galatrona-Feriale” ha un’estensione di 10 ettari impregnati di galestro, alberese e arenaria con argilla a favorire la concentrazione di tutte le nobili componenti dell’uva.

 La memoria: un maestro assaggiatore toscano è il padre di questo grande vino. Appoggiando l’intuizione di Lucia, madre di Luca Sanjust, Giulio Gambelli le suggerisce di piantare Merlot sulla collina di Petrolo, nel preciso punto in cui si incunea un bancone di argilla tra rocce di galestro e arenaria dove c’è il più importante vigneto dell’azienda. Pioniere nel ridare attenzione ad una zona un po' dimenticata rispetto alle catalizzanti Chianti, Montalcino e Bolgheri, l’artigiano Luca lavora questo grande vino affinchè parli il linguaggio della sua piccola parte di terra, quella terra stessa che è DIO!

 Galatrona sarà espressione del suo territorio in dieci annate di straordinaria finezza e godibilità:

 2018-2017-2016-2015-2014-2013-2012-2011-2008-2000

 Venerdì 18 Giugno 2021 Ore 20.00

Enoteca la Botte

Via Nazionale Appia, 168

Casagiove (CE)

 Posti Limitatissimi

Info e Prenotazioni: Pietro 3498341504

Galatrona2 (1)


Alla scoperta del Cile

Cile post

Venerdì 26 febbraio ore 19:00 l’Ais Caserta ospiterà la Cantina Haras de Pirque in un webinar dedicato alla scoperta del Cile.

Scopriremo i vini e le zone produttive del Cile, parleremo del progetto Antinori di cui fa parte la tenuta di Haras de Pirque, ma soprattutto avremo modo di vedere in tempo reale i filari dei vigneti di della valle del Maipo e passeremo, almeno virtualmente, dal nostro freddo al loro caldo, perchè in questo momento dell'anno dall'altra parte dell'equatore mancano ormai pochi giorni alla vendemmia.

Ancora una possibilità di affacciarci, con nuovi strumenti, alle frontiere dell'enologia intercontinentale!

In collegamento dal Cile: Cecilia Guzman Arriagada Enologa

In collegamento dalla Toscana: Ettore Fantoni  Brand manager

Relatrice Cile: Alessia Canarino Relatore AiS
Intervento: Nicoletta Gargiulo Presidente Ais Campania
Moderatore: Pietro Iadicicco Delegato Ais Caserta

Per informazioni e iscrizioni:
eventi.aiscaserta@gmail.com

Webinar gratuito, su piattaforma ZOOM (da installare), previa prenotazione e iscrizione.
L’ evento è rivolto a tutti i soci Ais in regola con la quota associativa.
Posti limitati.

Cile post


Filiera 2021

Filiera Aziende Vitivinicole CASERTA 2

 

Torniamo nel luogo da dove tutto è partito per l'inizio del nuovo tour a in smart tasting di #FILIERA alla scoperta dei territori vitivinicoli della Campania.
Torniamo nella provincia di Caserta, questa volta alla ricerca di quelle interpretazioni che hanno fatto breccia nei mercati, non solo quelli italiani, attraverso lo studio delle tradizioni del territorio e alla dedizione per il loro lavoro. 6 produttori da incontrare e conoscere con filosofie produttive eterogenee, tutte da scoprire attraverso il racconto del vino.
Il progetto #FILIERA di AIS Campania prosegue con un evento Premium in collaborazione con il
Viticaserta

Consorzio Tutela Vini Caserta, con i suoi produttori e con la Delegazione AIS Caserta

Gli iscritti riceveranno:
- Una Wine Box di 6 bottiglie (vedi lista vini dettagliata nel programma) spedita direttamente a casa al costo di 75€ per i soci AIS, spedizione inclusa (95€ per i non soci);
- 3 eventi di approfondimento sui territori con contenuti visivi inediti creati direttamente dai produttori presenti in videoconferenza (2 produttori ad evento);
- Smart tasting di 2 vini ad evento guidati dai relatori di AIS Campania.
- Approfondimenti e interazione tra i partecipanti con spazio per domande e curiosità.
**Al fine di fornire un’esperienza confortevole e interattiva il numero di posti disponibili è limitato.**
_________________________
Il programma:
Venerdì 5 febbraio – Ore 19.00 - Piattaforma ZOOM
Il Vulcano e il Volturno: DOC Galluccio e la IGT Terre del Volturno
Cantine, luoghi e vini:
Porto di Mola | Galluccio Doc Riserva rosso 2015
Davide Campagnano | Igt Terre del Volturno Pallagrello Bianco 2018
_________________________
Domenica 7 febbraio – Ore 19.00 - Piattaforma ZOOM
Istinto Naturale: Interpretazioni alternative e complementari
Cantine luoghi e vini:
Alepa | Riccio Bianco Igt terre del Volturno Pallagrello Bianco 2013
Enoz | IL Chaos Igp Roccamonfina Primitivo 2018
_________________________
Martedì 9 febbraio – Ore 19.00 - Piattaforma ZOOM
Falerno del Massico DOC: Tradizione e futuro
Cantine, luoghi e vini:
Azienda Agricola Gennaro Papa | Campantuono Falerno del Massico primitivo 2018
Regina Viarum | Kleopatra Falerno del Massico Bianco 2019
NB: Chiusura delle prenotazioni: domenica 31 gennaio alle 20:00
PER ISCRIVERSI:
Iscrizioni solo tramite bonifico bancario intestato a:
ASSOCIAZIONE SOMMELIER CAMPANIA
IBAN: IT 41 Z 05387 40260 000002464227
BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA – SORRENTO
Euro 75/95
Causale: FILIERA CASERTA + nominativo
Inviare copia via email a iadicicco.ais@gmail.com indicando nominativo, indirizzo di consegna e numero di telefono per il contatto con il corriere.
Per ulteriori informazioni: cell. Delegato Caserta Pietro Iadicicco 3498341504
N.B. E’ necessario scaricare l’applicazione gratuita Zoom Cloud Meeting
Filiera Aziende Vitivinicole CASERTA 2

Alto Piemonte

post Luca De Marchi corretta

 

Venerdì 15 Gennaio ore 18:30 l’Ais Caserta ospiterà Luca De marchi in un webinar dedicato all’ alto Piemonte.
Luca è un produttore e fortissimo promotore di una terra che tutti affascina, dominata dal vitigno padre: il Nebbiolo.
L’ alto Piemonte con le denominazioni più conosciute come Ghemme, Gattinara, Bramaterra, Lessona, Boca e Fara, è un’ area geografica ampia e antica, che va dal lago Maggiore al Monte Rosa, e dove da tempo immemore il vino è stato ed è cultura, prodotto di nicchia da tenere sempre in cantina, il “cruccio” di tutti noi appassionati di vino.
Ogni Sommelier dovrebbe accarezzare quelle colline!

 Relatore: Luca De Marchi
Intervento: Nicoletta Gargiulo Presidente Ais Campania
Moderatore: Pietro Iadicicco Delegato Ais Caserta

Per informazioni e iscrizioni:
eventi.aiscaserta@gmail.com

Webinar gratuito, su piattaforma ZOOM (da installare), previa prenotazione e iscrizione.
L’ evento è rivolto a tutti i soci Ais in regola con la quota associativa.
Posti limitati.

post Luca De Marchi corretta


La Biodinamica

la_biodinamica

 

Il primo evento del 2021 non poteva che essere grandioso, inaspettato, internazionale.
La distanza che ancora ci divide ci ha portato naturalmente a sentirci più vicini a Virginie Joly; è la forza del web, che all'occorrenza diventa più veloce di qualsiasi aereo.
Sulla biodinamica sono stati versati litri di inchiostro, forse più dei litri di diserbanti che queste parole sono riuscite ad evitare, ed è per questo che abbiamo deciso di prendere poche parole cardini che sorreggono questa teoria, come COSCIENZA, DIVERSITA', RICONVERSIONE, VERITA', TERROIR  e affidarle alla nostra Virginie, lasciando che ci racconti qual è il filo rosso che, ad oggi, le unisce e le proietta nel famoso vigneto di Coulée de Serrant.
Saremo tutti spettatori di un momento di approfondimento, al quale parteciperà anche Nicolas, in cui ci saranno concesse, non le "istruzioni per l'uso" ma le idee 4.0 che animano, oggi 2021, la produzione del più grande divulgatore dei principi biodinamici e di sua figlia Virginie, pilastri della famiglia Joly.
Giovedì 7 Gennaio 2021 ore 18:00
Relatrice: Virginie Joly
Intervento:  Nicolas Joly
Intervento: Nicoletta Gargiulo Presidente Ais Campania
Moderatore: Pietro Iadicicco Delegato Ais Caserta
Per informazioni e iscrizioni:
Webinar gratuito, su piattaforma ZOOM (da installare), previa prenotazione e iscrizione.
L’evento è rivolto a tutti i soci Ais in regola con la quota associativa.
Posti limitati.
la_biodinamica

BRUNELLO DI MONTALCINO …. L’INVENZIONE DI UN SINGOLO

Brunello 2020 exeL’Enoteca La Botte in collaborazione con AIS Associazione Italiana Sommelier

Delegazione di Caserta

presenta

BRUNELLO DI MONTALCINO
….
L’INVENZIONE DI UN SINGOLO

Un racconto che affonda le proprie radici nell’Ottocento quando una vite chiamata “Brunello” o “Brunellino” viene ad essere identificata come una varietà del Sangiovese, uva nobile e pregiata oggi simbolo mondiale del miglior made in Italy.

L’evento sarà condotto da Massimo Castellani, primo Sommelier della Toscana nel 1993 e Vice Campione italiano l’anno successivo, che avvincerà chi riconosce e segue virtù e conoscenza narrando delle molteplici identità ed espressioni del territorio eterogeneo ed irregolare di una collina isolata nella Val D’Orcia, Montalcino.

Il vino: l’intuizione rivoluzionaria lo ha reso “Vino Rosso Scelto”, un cammino che da allora non si è più fermato.  Come si scrisse: “Un Rosso maestoso, severo, maschio, medioevale, un primitivo senese per farne paragone con l'arte di quella fatta e della stessa nativa parte d'Italia!”. Vino di eletta classe, le sue austerità, eleganza e finezza, assolute ed inalterate, sono capaci di regalare indimenticabili gioie nei decenni grazie ad una razionale relazione tra invecchiamento “forzoso” e connotazione territoriale. Nel 1980, insieme al Nobile, è il primo vino italiano ad ottenere la DOCG.

Il territorio: una delle poche vere zolle miracolose, dalla forma pressoché quadrata e in gran parte coperta di boschi, il terroir Mons Ilcinus (Monte dei Lecci) è tra i più affascinanti del mondo per la spiccata propensione a dare vini di grande nobiltà. La sua ricchezza è nella diversità, un mosaico che cambia ad ogni passo. Dai terreni sciolti delle superfici più basse alle rocce originarie di galestro ed alberese dei suoli alti più ricchi di scheletro, multiformi sono le microzone climatiche e ambientali che imprimono alle uve variegate caratteristiche.

La memoria: undici voci assolutamente non confondibili, undici distinte e percettibili variazioni di un’idea tematica a testimoniare la presenza sul territorio di versanti con diversi orientamenti. La constatazione di un cambiamento che avviene attraverso i virtuosi percorsi realizzati da avveduti produttori del Consorzio di Tutela e rappresentativi del territorio di Montalcino:

  • BANFI
  • CAMIGLIANO
  • CAPRILI
  • CARPINETO
  • COL D'ORCIA
  • TENUTA FANTI ­
  • FATTORIA DEL PINO
  • IL POGGIONE
  • LE MACIOCHE
  • SASSODISOLE
  • VILLA POGGIO SALVI

Contributo € 50

Venerdì 9 Ottobre 2020 Ore 20.30

Enoteca la Botte

Via Nazionale Appia, 168

Casagiove (CE)

Info e prenotazioni:

eventi.aiscaserta@gmail.com

Brunello 2020 exe


#RESTART

vovo
#RESTART
Settembre è sempre l’occasione di ripartire, ma in questo settembre la #ripartenza ha un valore più importante,
sarà l’occasione per rivederci tutti, nel pieno rispetto delle precauzioni ancora necessarie, ma finalmente ci rincontreremo,
con i nostri calici cenando in un giardino fiabesco.
Sarà l’occasione per celebrare i nostri colleghi, che hanno terminato il loro percorso didattico, con la consueta consegna dei diplomi.
Preparate gli applausi perché i Sommelier targati 2020 sono veramente di “un’ottima annata” .
Vi aspettiamo Venerdì 11 Settembre, alle ore 20.30 al  Ristorante Vovo Pacomio, in Via Mazzini , Caserta.
Contributo euro 30
Prenotazione obbligatoria, comunicare la propria adesione all’indirizzo mail eventi.aiscaserta@gmail.com.
vovo

Behind the Wine

behin

Behind the wine

Alla scoperta dei vini d’Italia
a cura di :
Pietro Iadicicco - Delegato AIS Caserta
Emilia Tartaglione – Enologa
con la partecipazione di
Lucia Ferrara – Cantina Sclavia
Giovedì 30 Gennaio alle ore 20.00 presso l'associazione culturale Club Etnie in collaborazione con
l’Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Caserta, ritorna la rassegna "Behind the wine- alla scoperta dei vini d'Italia, una serie di incontri volti alla conoscenza del mondo vitivinicolo campano attraverso l’esperienza di diverse realtà produttive del territorio.

Protagonista assoluto di questa tappa della rassegna "Behind the Wine" è il “Casavecchia”, vitigno autoctono campano, il cui nome trae origine da un’antica leggenda tramandata tra i contadini che ne fa risalire la scoperta in un vecchio rudere noto con il nome di “’a casa vecchia”. La sua zona di produzione è nel Nord della provincia di Caserta, compresa tra i comuni di Pontelatone, Formicola, Liberi e Castel di Sasso. Il legame territoriale del vitigno è molto forte, infatti la sua adattabilità ad altre aree è difficile.
Il carattere di questo vitigno si svelerà con una degustazione guidata della verticale di IGP Terre del Volturno - Cantina Sclavia di Liberi (Ce) attraverso cinque annate:
2016- 2015- 2012- 2009- 2007
Una serata diversa animerà il Club Etnie perché volta alla diffusione della cultura del vino e del bere consapevole.
Posti limitati, per prenotazioni e informazioni:
+39 329 304 8280behin

FIORANO 2014-1974, MITO E MEMORIA

fiorano

L’Enoteca La Botte in collaborazione con

AIS Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Caserta

presenta:

 FIORANO

2014-1974

MITO E MEMORIA

Un viaggio straordinario, esclusivamente per pochi eletti, con il Principe Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi, proprietario della Tenuta di Fiorano, vedrà protagonista un vino raro e prestigioso in una verticale storica di dieci indimenticabili annate.

L’evento sarà condotto da Armando Castagno, il più noto giornalista, critico e docente AIS del panorama enologico italiano, che coinvolgerà gli eletti con la consapevolezza dei suoi occhi e la sua profonda comprensione nella enigmatica vicenda del mitico vino “Fiorano Rosso” e della Tenuta di Fiorano, luogo mutevole e metaforico dove tanto è accaduto e poi si è incenerito.

 Il mito: fortemente amato e sparito all’improvviso per decisione del suo artefice, un liquido immortale è Fiorano Rosso. I suoi esiti sorprendono a distanza di decenni senza essere preda dell’ossidazione, la sua esistenza è intrisa di mistero: per l’imperscrutabile acquisto si veniva chiusi a chiave in una stanza, la cantina di conservazione del vino è rimasta chiusa pressoché a tutti e da sempre.

 Il territorio: un rettangolo di 200 ettari si estende al lato della via Appia Antica tra la vista dei Colli Albani, di Castel Gandolfo e, voltandosi verso Roma, del profilo della cupola di San Pietro. L’imponenza del Vulcano laziale imprime il suolo arricchendolo di minerali e polveri di eruzione e generando pozzolane brillanti di riflessi violacei.

 La memoria: un quadro familiare secolarmente austero tra ascendenti e consanguinei conta undici pontefici…ed un fantasma, Santa Fresca. Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi riceve una sorte di sprone alla prosecuzione dell’opera di suo cugino, il Principe Alberico, ne accoglie l’eredità e dal privilegio ad una grande responsabilità si ascrive il merito storico della riproposizione di un vino leggendario.

 Fiorano Rosso rivelerà l’inconfondibile austerità e la sua formidabile tempra nei seguenti millesimi:

 2014-2013-2012-2009-2003-1993-1990-1988-1986-1974

 La degustazione sarà accompagnata dal consueto e sempre atteso piatto di Vincenzo Ricciardi.

Tutti gli intervenuti riceveranno un quaderno per gli appunti contenente l’articolo di Armando Castagno “Fiorano, memorie e girandole” e un attestato di partecipazione.

 Mercoledì 19 Febbraio 2020 Ore 20.30

Enoteca la Botte

Via Nazionale Appia, 168

Casagiove (CE)

 Info e prenotazioni:

3498341504

fiorano


18 Gennaio, La puta dell’alberata Aversana

laputa

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazioni di Napoli e Caserta

La puta dell’alberata Aversana 

Sabato 18 Gennaio ore 10

Chi ha detto che l’arte del ricamo la tramandano solo le nonne?

Sabato 18 gennaio scopriremo l’antica tradizione contadina del “ricamo”.

Incontreremo in vigna i custodi delle tecniche della “puta” dell’alberata Aversana, realizzeremo in cielo trame preziose con le tesole dell’asprinio.

Appuntamento presso area parcheggio Decathlon Giuliano in Campania (Via S.Maria a Cubito n.1) alle ore 10 poi ci muoveremo in direzione Masseria I Santi, Villa Literno.
Segue pranzo presso Ristorante Compagnia del Ragù La Marchesella in abbinamento ai vini di Salvatore Martusciello.

Menù

Frittelle di “pastacresciuta” con cicinielli
Vellutata di ceci con polpettine di baccalà profumate all’arancia
Tartina di pastafrolla con ricotta di bufala e salmone
Tonno marinato a secco con cipolle di Tropea caramellate in agrodolce
Tartare di pesce spada con pesto di basilico e pinoli
Fusilloni alle 2 Ventresche con cipolla di Alife, ventresca di tonno rosso, ventresca
di suino casertano e sedano bianco
I dolci ( a scelta)
Flan con cuopre morbido di cioccolato fondente e crema bianca al rhum
Gelato alle noci con nocino artigianale

Salvatore Martusciello Wines
In collaborazione con AIS Napoli e Sommelier Caserta

Posti limitati. € 25
Prenotazione obbligatoria e impegnativa
Tommaso Luongo 3356790897

Pietro Iadicicco 3498341504
laputa

Verticale storica della Vernaccia di San Gimignano

la vernaccia corretto

L’Enoteca La Botte

in collaborazione con

AIS Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Caserta

Presenta:

VERNACCIA

Il non plus ultra

“VERTICALE STORICA”

Un incontro nella storia tra vino, territorio e memoria celebra l’inizio di questo nuovo decennio nel tempio vinicolo campano.

Il vino: perfetta sintesi tra le ricchezze di un ambiente naturale dalle caratteristiche univoche e il saper fare dell’uomo, la Vernaccia di San Gimignano vanta una storia di ottocentocinquanta anni, completamente autoctono è l’unico bianco “femmina” in piena terra di rossi. Nel 1966 è il primo vino italiano ad ottenere la DOC.

Il territorio: un borgo incantato tra le inconfondibili e misteriose torri si erge su sabbie gialle, tufo e depositi pliocenici marini, elementi caratterizzanti per la sapidità di un vino identitario e leggendario, emblema e specchio della città.

La memoria: tra i protagonisti storici con il lavoro delle proprie mani in campagna ed il costante impegno nel Consorzio e nel Comune, l’azienda “Cesani Vincenzo” ha contribuito ad esaltare il carattere di questo vitigno puntando su sapidità e mineralità e sorprendendo nella longevità.

A condurci nella storia e nel tempo sarà Letizia Cesani, autentica testimonianza di una terra faticosamente conquistata e più volte alla guida del Consorzio di Tutela.

La longevità della Vernaccia di San Gimignano “SANICE” nella tipologia Riserva sarà apprezzata in sei diverse annate:

2017, 2016, 2015, 2014, 2011, 2007

Il percorso degustativo sorprenderà con il rosso “Céllori” San Gimignano DOC del millesimo 2012, tra le eccellenze e la tipicità di un territorio ricco di arte e tradizioni.

La degustazione sarà accompagnata dal consueto e sempre atteso piatto di Vincenzo Ricciardi.

Contributo € 30

Venerdì 17 Gennaio 2020 Ore 20.30

 Enoteca la Botte

Via Nazionale Appia, 168

Casagiove (CE)

 Info e prenotazioni:

eventi.aiscaserta@gmail.com

la vernaccia corretto


Brindisi di fine Anno con Ais Caserta

brindisifineannacaserta

28 DICEMBRE BRINDISI FINE ANNO!

L’ enoteca La Botte

in collaborazione con

l’Ais Caserta organizza il brindisi di capodanno.

SAVE THE DATE.

 E’ finalmente arrivato il giorno che aspettiamo tutto l’anno, con  l’apertura delle più grandi bottiglie francesi ed Italiane, nella suggestiva cornice del tempio del vino campano. Quest’anno supereremo ogni aspettativa, con oltre 100 etichette a disposizione. La formula è sempre la stessa, ovvero tutti i partecipanti, a turno, suggeriranno le bottiglie da aprire e noi saremo lieti di servirle a tutti, ovviamente, le degustazioni saranno accompagnate dai piatti invernali di Enzo, polenta e polpette, che saranno comprese nel ticket di partecipazione fino ad esaurimento scorte.

È gradito un vostro cenno di adesione scrivendo alla mail eventi.aiscaserta@gmail.com attenzione che vi chiediamo al fine di una migliore e più precisa organizzazione.

Contributo di €15,00 comprensivo di 3 ticket vino ed un piatto in omaggio.

brindisifineannacaserta


Open Day Vitica

vitica

Domenica 1 dicembre il Consorzio VITICA
in collaborazione con
l’Associazione Italiana Sommelier - Delegazione di Caserta
nell'ambito della manifestazione “Sorsi e risorsi storici”,
aprirà le porte alle diverse Denominazioni della provincia di Caserta.
In un Eno-Open-Day si uniranno i produttori casertani,
interpreti delle varie Denominazioni, offrendo al pubblico l'opportunità di avvicinarsi alla cultura di un territorio
dalla lunga tradizione, scoprendo e degustando le eccellenze vitivinicole dell'intera provincia.
Il percorso conoscitivo e degustativo si articola come segue:
Banchi di Assaggio di tutte le Denominazioni con ingresso gratuito
- Dalle ore 10:30  alle ore 14:00;
- Dalle ore 16:00 alle ore 20:00;
Conferenza aperta al pubblico alle ore 15:00 con la partecipazione delle Autorità Locali
Master Classes
- Ore 16:00 DOC Galluccio e IGT Roccamonfina;
- Ore 18:00 DOC Falerno del Massico e DOC Aversa Asprinio;
- Ore 20:00 DOC Casavecchia di Pontelatone e IGT Terre del Volturno.
Le Master Classes, offerte gratuitamente, sono a numero limitato con prenotazione obbligatoria.
Info e prenotazioni:
La manifestazione avrà luogo presso l’Enoteca Provinciale, sita in via Cesare Battisti, 48 - Caserta
vitica

Sommelier della Birra con Ais Caserta

SommelierBirraCaserta

Associazione Italia Sommelier Delegazione di Caserta

Presenta

il Corso di primo livello di Sommelier della birra

Giovedì 5 dicembre 2019

Presso

Gasthaus Alter Keller

Con l’avvento della sempre più approfondita conoscenza delle materie prime e l’influenza di nuove culture in cucina, diventa decisamente importante essere aggiornati, e ancor più importante che il personale di sala sia aggiornato. Sempre più ricercati diventano gli abbinamenti nella ristorazione e seguono sempre di più nuovi gusti e tendenze.

Si va dai cocktail ai Tè, ma la bevanda più consumata al mondo, che esige cultura e che con prestigio si è inserita nei più grandi menu internazionali, è sicuramente la birra. L’Associazione Italiana Sommelier è sempre all’avanguardia e per questo inizia il primo corso professionale per Sommelier della Birra nella sede dello storico pub Gasthaus di Baia e Latina .

7 Lezioni più visita in un Birrificio.

05/12/2019 Tecnica della degustazione

12/12/2019 Produzione

09/01/2019 Stili 1 Italia

16/01/2019 Stili 2 Germania

23/01/2019 Stili 3 UK/Usa

06/02/2019 Stili 4 Belgio

13/02/2019 Tecnica di Servizio

Visita in  Birrificio in Primavera.

Sede

Gasthaus Alter Keller

Via Roma 12,

Baia e  Latina

Contributo

soci euro 250

non soci euro 300

Per informazioni e iscrizioni

3498341504 Pietro Iadicicco

335442195    Nico Iannarelli

Iadicicco.ais@gmail.com

iannarelli.ais@gmail.com

SommelierBirraCaserta


Il Circolo di Vienna

circolo-di-vienna

Il Circolo di Vienna
Venerdì 8 Novembre 2019, ore 20.30
presso
l' Enoteca la Botte di Casagiove
Gianpaolo Girardi, fondatore e patron di Proposta Vini, ci guiderà in una serata all’insegna del vino, nella sua forma più moderna, quella della "bevibilità”.
La serata dedicata alla piccola Europa (Romania – Ungheria – Slovenia- Austria – Croazia – Germania – Trieste)
evidenzierà con un sottile percorso di degustazione ELEGANZA - SOTTIGLIEZZA ed ESSENZIALITA’.

Un percorso fatto in un territorio dove esistono e convivono decine di lingue, due alfabeti, cinque religioni e tradizioni, culture e climi diversi, monti e pianure, dove è presente la Macchia Mediterranea e boschi di betulle; dove cibi e ricette si trovano in varianti infinite.
Naturalmente, come sempre, protagonisti saranno i vini, tanti vini legati a lontane e inesauribili tradizioni tra il Danubio e il Reno, tra l’Adriatico e i Carpazi, tra la Bora e lo Scirocco.
Il degustazione:
RHEIN RIESLING – KARPATSKA PERLA – Senkvice (GERMANIA)
VITOVSKA – SKERK – Duino Aurisina (TRIESTE)
NEGRU DE DRAGASANI SEC – PRINCE STIRBEY – Dragasani (ROMANIA)
FURMINT DRY TOKAJI – FULEKY – Bodrogkeresztur (UNGHERIA)
ZELEN DEZELNO – STEMBERGER – Sezana (SLOVENIA)
GRUNER VELTLINER STEINWANDL – SCHLOSS MAISSAU – Roschitz (AUSTRIA)
PLAVAC MEDITERANO – PZ SVIRCE – Svirce, Isola di Hvar (CROAZIA)
TOKAJI PALLAS LATE HARVEST – FULEKY – Bodrogkeresztur (UNGHERIA)
-------------------
Venerdì 8 Novembre 2019, ore 20.30 - Enoteca La Botte - Casagiove (CE)
Contributo € 40,00
info e prenotazioni:
Inizio ore 20,30.
N.B. Sarà servito un piatto in abbinamento.
#AisCaserta #AisCampania #UniversoDiValori
circolo-di-vienna

“Vertical Sheep”, Verticale Coda di Pecora dal 2011 al 2018

ilverro

Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Caserta
presenta
Vertical Sheep dal 2011 al 2018
16 novembre 2019 ore 10.30
Verticale inedita di coda di pecora
Una verticale diversa quella che l’azienda il Verro ha in programma per il giorno 16 Novembre 2019.
La cantina vitivinicola, totalmente immersa nella natura e circondata dalla suggestiva cornice dei Monti Trebulani nel comune di Formicola, per la prima volta apre le porte ad un evento unico nel suo genere che vede lo “Sheep” il protagonista principale.

Citato da Frojo nel 1875, l’antico vitigno autoctono Coda di Pecora rischiava l’estinzione, fino a quando l’azienda Il Verro ha deciso di salvarlo dall’oblio e farlo scoprire al pubblico. La verticale proposta vuole proseguire e rafforzare il percorso di valorizzazione e riscoperta di questo antico vitigno a maturazione tardiva; dal 2011 in cui risale la prima annata prodotta e commercializzata, fino al 2018 dove lo Sheep si veste di nuovo grazie ad uno studio sui lieviti indigeni condotto dal prof. Giancarlo Moschetti dell’Università di Palermo.
Cesare Avenia, co-fondatore dell’azienda il Verro nel 2003 e ora unico socio ci condurrà con il supporto del Winemaker Vincenzo Mercurio in questa verticale lunga otto anni, alla scoperta di un vitigno unico salvato dall’oblio.
L’evento pensato e rivolto ad esperti di settore ed eno-appassionati vuole essere un momento di confronto, condivisione e conoscenza per il territorio, a tal fine il delegato Ais Caserta Pietro Iadicicco supporterà la giornata arricchendone il dibattito.
ilverro

Vite di Sabbia: Sicilia

VITE-DI-SABBIA-2019

Venerdì 25 ottobre 2019 ore 20.30 - 22.30

presso

L'Enoteca la Botte | Casagiove Caserta

Vite di Sabbia: Sicilia

Storie di viticoltori naturali tra terroir impossibili ed espressioni univoche

Due geologi, Gaetano Luca e Gianni Salafia, e un sogno: fare il vino. Partirà da qui il viaggio nelle vite di sabbia di vignaioli di confine; quest’anno ci spingeremo alle latidudini più a sud dell’isola fino a Pantelleria dove Francesco Ferreri e Nicoletta, sotto il nome di Tanca Nica, puntano ad una viticoltura incentrata su naturalezza e spontaneità, rafforzando il triangolo terra-vigna-uomo.


Scopriremo la tradizione tipica degli Iblei e un modo di lavorare la vigna antichissimo,
perduto prima e recuperato oggi dall’azienda Meridio.
Un viaggio nelle vite e tra le viti di uomini e donne che dedicano alla vigna fino a 4 volte il tempo
che generalmente occorrerebbe nella maggior parte dei terroir.
Una serata di passione e lavoro, di vini e di identità, sempre in bilico, sempre sul punto di
sgretolarsi.
Un racconto emozionante ed imperdibile.
In Degustazione:
Meridio di Angelo Di Grazia
Liama 2016-2017-2018
Arundo 2015 – 2014
Tanca Nica di Francesco Ferreri
Firri firri rosato 2018
Keffefi Catarratto 2018
Soki Soki Zibibbo Secco 2018

Venerdì 25 Ottobre 2019
Enoteca “La Botte” | Casagiove (CE)
Ore: 20.30
Contributo € 35
info e prenotazioni:
eventi.aiscaserta@gmail.com

VITE-DI-SABBIA-2019


"Bellone" si nasce

bellone

L'enoteca La Botte

in collaborazione

con

l'Ais Caserta

Presenta

"Bellone si Nasce"

Giovedì 12 settembre ore 20:30
 Enoteca La Botte via nazionale Appia 169 Casagiove CE

Il Bellone, nome ilare, che potrebbe renderlo contemporaneo, se non fosse per la sua austera origine territoriale, figlia delle più grandi bonifiche italiane, quella Mussoliniana, delle città di Aprilia, Anzio e Nettuno.

Una relatrice di eccellenza, Annamaria Iaccarino, Delegata Ais della provincia di Latina, ci presenterà questo interessante vitigno, estremamente duttile, principe della bottiglia ma anche un vino gourmand.
Lo degusteremo in versione spumantizzata e secca, con maturazione in acciaio, in legno e in anfora. Un’esperienza completa, con 13 vini, che ci permetterà di incontrare trasversalmente questo vitigno ancora sconosciuto.
Un occasione unica per conoscere i nostri "vicini" dell’ Ais Latina e i produttori Laziali presenti in Sala.
La degustazione sarà accompagnata da un piatto dell Nostro Vincenzo Ricciardi .
I Vini
Spumanti
⁃ Metodo Charmat, Cincinnato
⁃ Metodo Charmat lungo, Divina Provvidenza ( Nettuno ).
⁃ Metodo Classico, Marco Carpineti
Solo in Acciaio
⁃ Cincinnato
⁃ Tenute Filippi ( Biodinamico )
⁃ Sant’Eufemia ( BIO )
⁃ Villa Gianna ( Sabaudia )
⁃ I Pampini ( non filtrato,al confine tra Latina e Nettuno ).
⁃ Cantina Bacco ( vigne a piede franco sulla sabbia ).
⁃ Casale del Giglio ( vigne ad Anzio )
Maturazione in legno
⁃ Cincinnato Riserva
⁃ Divina Provvidenza Barrique
Per completare l'esperienza un vino che matura in anfora:
⁃ Carpineto Nzu
Per informazioni e prenotazioni
Contributo di partecipazione 20 euro
bellone

Consegna dei Diplomi Sommelier 2019|AIS Caserta

Consegna19

#Sommelier2019

Potrebbe sembrare arrivato il giorno della fine di un percorso, ma forse è quello di un nuovo inizio.

Il 27 Giugno ore 20:30 l’Ais Caserta celebra la consegna dei diplomi e la fine di questo anno didattico, con tutti i soci e chi vuole conoscerci, annunciando le tante novità e i nuovi corsi.

Una nuova scusa per brindare tutti insieme.

In questa occasione siamo ospiti di una scuola che da anni forma Chef, pizzaioli ed agronomi: l’istituto “Icarissimi” in Santa Maria Capua Vetere.

In un elegante palazzo di fine 800, in un suggestivo giardino, passeremo qualche ora insieme e degusteremo due piatti preparati dagli chef formati dalla scuola e assaggeremo le pizze dell’associazione Vera pizza Napoletana. Abbiamo inoltre preparato per voi una grande selezioni di etichette sia francesi che italiane. Agli ospiti è richiesto solo di godere delle degustazioni e brindare con noi alla fine di questo anno didattico e alla proclamazione dei nuovi Sommelier.

Durante la serata verranno anche assegnati dei riconoscimenti alle vincitrici del concorso “Miglior Aspirante Sommelier 2019 Campania”, orgogliosamente Casertane.

Contributo 25 euro a persona 

Info e prenotazioni

Indicando nome cognome e numero di partecipanti

Cell 3498341504

Istituto Icarissimi Via tari 49

Santa Maria Capua Vetere.

Parcheggio consigliato

Piazza del Duomo di Santa Maria Maggiore

Consegna19


Falerno d'Amare

falernodamore

Il ristorante “Parco svedese” in collaborazione con l’AIS Caserta presenta le cantine del Falerno del Massico Doc in una serie di incontri "Al mare".
Protagonista indiscusso il Falerno, che l’opinione generale del mondo antico ha sentenziato quale principe di tutti i vini. Mentre gli storici ne annotano la presenza
 nei banchetti degli imperatori come nelle provviste che seguivano eserciti e generali nelle grandi imprese espansionistiche dell'antica Roma,
indistintamente poeti e scrittori latini ne hanno tessuto grandi elogi. In particolare, ne ha celebrato
i fasti Virgilio con una frase divenuta oramai famosa : “Nec cellis ideo contende Falernis”. È vero, lo diceva il sommo poeta, ma sarà davvero così ?
Lo sveleremo durante gli incontri ...
Le prime tre cantine saranno Fattoria Pagano, Masseria Felicia e Villa Matilde, ma seguiranno per tutto il 2019.
Ogni incontro consisterà in una degustazione verticale di Falerno accompagnata da un menu scelto per l’occasione.
In un contesto didattico, ma soprattutto conviviale “degusteremo”, oltre al vino più celebre e decantato della storia, le sue origini ed il territorio in cui si è massicciamente diffuso, tra mare e vulcano.
Il primo Incontro sarà venerdì 14 giugno con Fattoria Pagano che offrirà in degustazione il Fabula ed il Pectus nelle annate 2018, 2017 e 2016.
6 vini per delineare il profilo vulcanico, longevo e minerale del Falerno
Menu in abbinamento
Tagliatella di seppia con arance e noci.
Paccheri al granchio.
Involtino di sarago con zucchine e Provola di bufala affumicata (La Salicella).
Fragole con sorbetto al limone
Per Info e Prenotazioni
Ristorante Parco Svedese
Viale dei Pini, 1, 81037 Baia Domizia CE
0823 749004
falernodamore

8 Giugno, 2° Corso teorico pratico “La Potatura Verde” a Masseria Campito

lapotaturamasseriacampito

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazioni di Napoli e Caserta

Masseria Campito

In collaborazione con Ais Napoli e Ais Caserta

2° Corso di Potatura della Vite

La Potatura Verde

Come promesso, eccoci con il secondo corso di potatura tecnico pratico in Masseria Campito. Stavolta, seguendo la stagionalità degli interventi in vigna ci occuperemo della potatura verde. Nel volantino le modalità di partecipazione all’evento.

Ci vediamo da Masseria Campito l’8 giugno…

info e prenotazione 3405828024 0815027540

info@masseriacampito.it

#sommelier #aisnapoli #aiscaserta

lapotaturamasseriacampito


Behind the Wine Alla scoperta dei vini d’Italia

Behind the Wine

Behind the Wine 
Alla scoperta dei vini d’Italia 
a cura di
Emilia Tartaglione - Enologa
Pietro Iadicicco - Delegato AIS Caserta
con la partecipazione di
Roberto Perrone Capano – Cantina Azienda agricola Santa Lucia
Marina Alaimo e Rosaria Castaldo - Giornaliste
Venerdì 7 Giugno alle ore 19.00 l'associazione culturale Club Etnie in collaborazione con Ais Caserta - Associazione Italiana Sommelier, ospita il terzo appuntamento della rassegna "Behind the wine" - alla scoperta dei vini d'Italia, una serie di incontri volti alla conoscenza del mondo vitivinicolo campano e nazionale attraverso la presentazione di alcune cantine del territorio.

Il protagonista di questa tappa di "Behind the Wine" è il “Nero di Troia”, da quell'uva austera e potente importata dagli antichi greci, che trova la sua massima espressione sulle colline rocciose e calcaree della Murgia.
E’ prevista una degustazione guidata della verticale di Castel del Monte Docg (Riserva “Le More”) – cantina Azienda Agricola Santa Lucia di Corato (Bari) attraverso cinque calici di vino:
2013-2012-2011-2010-2006
L'annata 2013, in particolare è stata premiata con i 4 tralci sulla Guida Vitae, il massimo premio regionale per l'Associazione Italiana Sommelier.
Sarà una serata diversa al Club Etnie, volta alla diffusione della cultura del vino e del bere consapevole.
Posti limitati, per prenotazioni e informazioni
Silvia 389 4867130
La storia dell'azienda:
Le origini dell'Azienda Agricola Santa Lucia risalgono al 1628, quando "Marc'Antonio Perrone possedeva annui ducati 60 di fiscali feudali sopra Quarati". Quarati è l'odierna Corato, dove nella contrada Santa Lucia, a circa 300 metri di altezza sul livello del mare, si coltivano con grande cura cloni selezionati di vitigni tipici della Murgia, frutto di selezione massale.
La Murgia è la zona alle pendici del Castel del Monte, il famoso feudo normanno ottagonale voluto dall'Imperatore Federico II di Svevia, zona altamente vocata per la produzione di vini rossi e rosati. Il 1822 è l'anno di redazione della planimetria del "casino" (la villa, nel gergo locale) adibita a ricovero persone, attrezzi ed animali, oggi esposta nel salone della villa; la più antica planimetria del vigneto, visibile nell'attuale ufficio dell'azienda, è invece datata 1849.
La costruzione è in pietra massiccia di Trani, con archi interni a volta nel lato Sud (piazzale) e mura perimetrali tanto larghe da averne oggi ricavato al loro interno unl'intera piccola camera. I tetti in tegole con i solai a volta, garantiscono temperature fresche anche durante l'estate. Le cantine sono scavate sotto il livello del suolo per garantire temperature ed umidità ottimali di conservazione dei vini e dei legni in rovere della bottaia.
L’azienda pratica agricoltura biologica dal 2009, con fase ufficiale di conversione avviata nel 2013. A partire dal raccolto 2016, tutta la produzione beneficia della certificazione bio.
Behind the Wine

WineCocktail Competition 2019

Poster-V-edizione

WineCocktail Competition 2019 per Telethon.
Vino e miscelazione rinnovano l’alleanza per questa nuova sfida.
Si accendono nuovamente i riflettori sulla WineCocktail Competition. Giunta alla 5^ edizione la gara si svolgerà il prossimo 14 Maggio presso il C’era una volta in America di Caserta.
La sfida aperta a barmen e barledies di tutta Italia ed Europa, di qualunque tipo di scuola o associazione, prevede la creazione di cocktails inediti a base di: vino, ingredienti alcolici e/o analcolici.
Anche per quest’anno durante la manifestazione verrà effettuata una raccolta fondi a favore di Telethon, garantita dalla presenza del dott. Carlo Pilotti (Coordinatore Provinciale Telethon) e della dott.ssa Melina Cortese Cimitile (referente per Caserta del Coord. Prov.).


Per accedere alla fase preselettiva della gara, basterà inviare la propria ricetta dal 28 Febbraio al 26 aprile 2019. Successivamente si conosceranno i nomi dei 20 finalisti che si sfideranno in pedana Martedì 14 maggio 2019 dietro lo storico bancone del C’era una volta in America (viale Enrico Mattei, 6, Caserta). Regolamento e modulo di iscrizione saranno disponibili: sul gruppo e sulla pagina FacciaDaBere, sulla pagina WineCocktail Competition e su tutti i gruppi di bartending presenti su Facebook; in alternativa sarà possibile inviare un’email a: winecocktailcompetition@gmail.com, per ricevere le dovute informazioni.
La manifestazione si svolge con il patrocino dell’A.I.S. (Associazione Italiana Sommelier), dell’A.I.B.E.S. (Associazione Italiana Barman e Sostenitori), dell’A.I.B.M. (Associazione Italiana Barman e Mixologist), del Classic Cocktail Club. A questi si aggiunge la media partnership con Bargiornale.
La competizione, organizzata da Renato Pinfildi (barman e sommelier) e dall’associazione FacciaDaBere e…, di cui è presidente, gode della collaborazione dell’Enoteca Il Torchio (Mezzano di Caserta – CE), della scuola professionale I Bar Academy (Napoli), dei ristoranti giapponesi PURO (Napoli e Caserta), della torrefazione Irio cafè (Sant’Antonio Abate – NA) e del Midnight Cafè (Lusciano – CE).
La manifestazione, inoltre, sarà arricchita da diversi momenti formativi tenuti dalle aziende Bonaventura Maschio con il progetto Mixing Heart, Appleton Estate Rum by Campari Academy e Russian Standard Vodka importato da Gancia.
I vini protagonisti dell’edizione 2018 provengono dalle aziende vinicole: Bianchini Rossetti, Tenuta delle Ginestre, Masseria Campito, Nifo Serrapochiello, Aia delle monache, Tenuta Cavalier Pepe e Bellaria (Campania), Defilippi i Gessi (Lombardia), Cantine Paololeo (Puglia), Vignaioli Morellino Scansano (Toscana), Ciù Ciù (Marche), Artico (Lazio), Feudo Luparello (Sicilia), Torre Rosazza (Friuli Venezia Giulia) e Viticoltori Romangia (Sardegna).
Agli sponsor già citati, si affiancano: la pizzeria La Piazzetta (Cancello ed Arnone – CE), Panificio Gravina (Curti – CE), Copy News SRLS copisteria e tipografia (CE), Caseificio i Due Pini (Pastorano – CE), Dante Caffè tasting room (Bellona – CE), Repsol Bar (S. Maria la Fossa –
CE), Hamburgheria Gourmet Matuta (S.M. Capua Vetere – CE) e Nuova Tifata Gas (San Prisco – CE) .
La WineCocktail Competition è a ingresso gratuito.

Poster-V-edizione

Scarica il comunicato stampa


Primitivo "Primitivo"

Primitivo-Primitivo

L’Enoteca La Botte
in collaborazione con
AIS Caserta
presenta
Primitivo “Primitivo”.
Ultima tappa a conclusione di questo intenso inverno non poteva che essere un ricercato incontro tra personalità d’eccezione dell’enologia italiana.
Protagonista della serata è il Primitivo nel tempo: un vitigno eccezionale, una vite che riesce a produrre uva in luoghi inimmaginabili, dalla sabbia alle rocce, resistente e tenace, è in grado di concedere anche due vendemmie in un anno.
Da sempre artefice della storia vitivinicola del Sud, il suo frutto è molto conosciuto. Tutti ne abbiamo sentito parlare, tuttavia ne conosciamo realmente le sue peculiarità, la longevità e la grande potenza?
Nel GIORNO ZERO del primitivo questi saranno i punti su cui faremo il focus percorrendo e raccontando i suoi territori: Gioia del Colle, Manduria, Salento e Massico.
Ad illustrarci il territorio pugliese sarà il Dott. Giuseppe Baldassarre, autore del libro “La riscoperta del Primitivo”, a condurci all’interno di quello del Massico il Dott. Antonio Papa, produttore e massimo esperto di Primitivo Campano.
La sua espressione nel tempo vedrà in degustazione annate rare ed inaspettate
• Massico:
-Papa Falerno del Massico, “Campantuono”, 2006
• Salento:
-Tenute Rubino, “Visellio”, 2012
-Duca Carlo Guarini, “Primitivo Vecchie.   vigne”, 2002
• Gioia del Colle:
-Cantine Polvanera, Gioia Del Colle “Polvanera17” 2006
-Azienda vitivinicola Giuliani,Turi; Gioa del Colle, 2001
• Manduria:
-Morella, Old Vines, 2005
-Cantine Antonio Ferrari, Barone, 1954
Un abbinamento speciale renderà unica l’esperienza sensoriale del Barone 1954.
In aggiunta all’abbinamento a sorpresa la degustazione sarà accompagnata dal consueto e sempre atteso piatto di Vincenzo Ricciardi.
Contributo 40 euro
Info e prenotazioni
Primitivo-Primitivo

23 Marzo, 1° Corso teorico-pratico di tecnica della potatura della vite a Masseria Campito con Ais Napoli e Caserta

corsopotaturanapoli

ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER Delegazioni di Napoli e Caserta

Masseria Campito in collaborazione con Ais Napoli e Ais Caserta
presenta

1° Corso teorico-pratico di tecnica della potatura della vite

Masseria Campito

Via Castello (già via Casolla) n.55

Gricignano di Aversa (Ce)

0815027540 / 3405828024

23 Marzo, A partire dalle 10.30

PROGRAMMA
ore 10.30 Accoglienza dei partecipanti in azienda
ore 10.45 Apertura dei lavori a cura delle delegazioni Ais Napoli e Ais Caserta
Presentazione dell’azienda da parte del dott. Lorenzo Di Martino
ore 11.00 Lezione teorica di Tecnica della potatura a cura dell’enologo dott. Francesco Martusciello
ore 12.30 Lezione pratica in vigna con la collaborazione del potatore Angelo Iannucci
ore 13.30 Brindisi finale e saluto ai partecipanti

Il corso è gratuito ed a numero chiuso, verranno ritenute valide le prime 30 iscrizioni al corso pervenute alla mail info@masseriacampito.it

corsopotaturanapoli


Vini ESTERMI

vini estremi2

L'enoteca La Botte in collaborazione con L'AIS Caserta presenta:
Vini ESTREMI
Estremi nella coltivazione, 9 vini coltivati in zone complicate, spesso in terrazzamenti
dove l’unica vendemmia possibile è quella a mano, piccole produzioni difficilmente reperibili.

I vini:
- Valle D' Aosta Blanc de Morgex et de La Salle extra brut, Cave de Mont Blanc 2016
-Riesling Valle Iasarco, Villscheider 2017
-Vinudilice rosato, Vigneri Salvo Foti 2016
-Avanà Valsusa Finiere, La Chimera 2017
-Dolceacque Superiore Barbadirame, Maixei 2017
-Armacìa Rosso il vino dei terrazzamenti Costa viola, Criserà 2017
-Carignano del Sulcis Baie di Palmas, Santadi 2016
-Valtellina Superiore, Grumello Teli, Faccinelli 2015
-Vino santo Trentino Nobles, Poli 2014 (rarissimo)
In Abbinamento il Piatto preparato dalle sapienti mani di Vincenzo Ricciardi
Contributo 30 euro
Per Informazioni e prenotazioni
vini estremi2

Corso di Approccio al Vino al Menalino

wine

Per la prima volta in Italia,
presso
il Ristorante “ Il Menalino” di Aversa,
si terrà il primo “Corso di approccio al vino”
completamente in lingua Inglese.
Un servizio reso dall’AIS Campania, coordinato dall’AIS Caserta.
Nasce così il primo corso di approfondimento enologico, rivolto alle persone di madrelingua inglese che vivono in Italia e che vogliono conoscere i nostri vini,
attraverso un percorso culturale nell' enografia campana e nazionale.

Ci si approccerà alla tecnica della degustazione e al mondo AIS.
Il corso inizierà il 12 marzo e sarà dalle ore 18:00 alle ore 20:00
per info e prenotazioni:
WhatsApp 3393803253
For the first time in Italy, the Italian Sommelier Association is happy to arrange a wine class for the English speaking winelovers, resident in Italy.
The wine class is arranged by the Campania region delegation of Caserta, at restaurant Il Menalino in Aversa. The attendants will learn more about Campania and Italian wines, wine tasting techniques and winemaking process in an English wine class, hold by professional sommeliers.
The first class is in March 12 from 6 to 8pm.
For info and details:
Whatsapp 339 3803253

Build To Resist "La Bogliona

Verticale La Bogliona

Il giorno 28 febbraio alle ore 20:00
l'enoteca La Botte

in collaborazione con

l'Associazione Italiana Sommelier - Delegazione di Caserta

presenterà

l'azienda Scarpa

con la prima verticale storica della più interessante e longeva Barbera d'Asti superiore DOCG, “La Bogliona".
https://scarpawine.com/

Le annate in degustazione saranno le seguenti: 2012, 2011, 2010, 2008, 1998, 1996.
Sarà inoltre presentato un vino unico nel suo genere, ma tradizionale del Monferrato, il Brachetto secco "La selva di Moirano" nelle sorprendenti annate del 2016 e 2001. Vivremo questa esperienza con il racconto del produttore mettendo a confronto le diverse annate e delineandone il profilo.

Il comune di Nizza Monferrato è il cuore riconosciuto internazionalmente della migliore produzione di barbera.
Con una media di oltre duemila ore all’anno di sole i suoi grappoli esprimono tutta la potenza di un terroir unico.

La serata si concluderà con un piatto in abbinamento di Vincenzo Ricciardi.

Contributo di €30

Enoteca La Botte
Via nazionale Appia, 168
Casagiove (CE)

Info e prenotazioni
eventi.aiscaserta@gmail.com

Verticale La Bogliona